Punto informatico Network

20100511103854_112994869_20100511103812_1476060459_Apple_Safari.png

Safari 5 è disponibile per Mac e Windows

10/06/2010
- A cura di
Zane.
Internet - La nuovissima versione del browser Apple può già essere scaricata, anche in italiano. Fra le novità più importanti spiccano un'inedita "modalità lettura", alcuni miglioramenti prestazionali, il supporto ancora più ampio ad HTML5 e la risoluzione di ben 46 distinti problemi di sicurezza. Tanto H.264 scagliato contro Flash, ma niente WebM.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , mac (1) , safari (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 8 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Nonostante l'attenzione del pubblico sia già catalizzata dal nuovissimo iPhone 4, Apple ha reso disponibile in questi giorni anche la quinta major release di Safari per Windows e Mac

MLIShot_1.jpg

Leggere più comodamente

La più evidente novità per l'utente è la funzionalità "Reader". Ogni qualvolta il software rileva che l'utente sta visualizzando un contenuto web che possa essere definito "articolo", appare un piccolo pulsante alla destra della barra degli indirizzi che, quando premuto, attiva la "modalità lettura": tutti gli elementi di layout vengono oscurati, mentre il contenuto viene riformattato per risultare più comodo da leggere

MLIShot_2.jpg

Apple ha spiegato che Reader è anche in grado di ri-formattare gli articoli originariamente suddivisi su più pagine, mostrandoli all'interno di un'unica, lunghissima pagina.

L'interessante opzione pare però funzionare solamente su alcuni siti: gli articoli multi-pagina di MegaLab.it, ad esempio, non vengano gestiti correttamente.

Apple spinge HTML5, affonda Flash

Il nuovo Safari è dotato del supporto per moltissime tecnologie standardizzate da HTML5. C'è il tag <video>, naturalmente, con supporto alla riproduzione a schermo intero ed ai sottotitoli.

L'unico formato decodificabile è però H.264: similmente a quanto ha scelto Microsoft per il futuro Internet Explorer 9, anche Apple ha infatti preferito spalleggiare il codificatore proprietario di MPEG LA invece di quello open source di Google, ovvero il promettente "WebM".

Sempre in tema di HTML5, troviamo il pieno supporto alle API di geolocazione, a WebSocket, all'attributo "draggable" tramite il quale dotare le pagine web di supporto al drag-n-drop ed altro ancora.

Lo scopo è evidente: proporre con forza moltissime funzioni definite dalla specifica HTML5 che gli sviluppatori di siti Internet possano utilizzare al posto dell'indigesto Flash di Adobe.

Apple ha pubblicato a questa pagina numerosi esempi tramite i quali testare con mano le potenzialità delle nuove funzioni veicolate da Safari 5.

Più velocità

La versione perfezionata del motore Nitro promette un secco +30% rispetto a Safari 4, ovvero il doppio rispetto a Firefox 3.6 ed il 3% in più rispetto a Chrome 5.

Un semplice test preliminare con Peacekeeper mostra tuttavia una situazione non certamente lusinghiera: Safari 5 risulta infatti staccato di parecchie distanze rispetto sia dalla versione developer di Chrome 6, sia dalla alpha di Opera 10.60

MLIShot_4.jpg

Alcuni benchmark realizzati da Apple sono raggiungibili a questa pagina.

Sempre allo scopo di ridurre i tempi d'attesa, Safari 5 implementa anche la tecnica del DNS prefetching: il browser analizza in background i collegamenti presenti nelle pagine web e risolve gli indirizzi IP dei vari domini trovati in anticipo. In questo modo, il browser può evitare di compiere tale operazione contestualmente al click, risparmiando all'utente un'attesa di alcuni centesimi di secondo in più.

È stato inoltre implementato il supporto all'accelerazione hardware su Windows, similmente a quanto visto sui prodotti concorrenti.

Arrivano le estensioni

Anche Safari si allinea con gli altri programmi in lizza e permette agli sviluppatori appassionati di introdurre nuove funzioni mediante il modello delle estensioni. I linguaggi scelti sono i semplici HTML, CSS e Javascript.

Al momento, non è ancora disponibile una galleria delle estensioni realizzate: il sito vedrà infatti la luce solamente nel corso dell'estate, non appena vi saranno, presumibilmente, un quantitativo minimo di estensioni da presentare.

I programmatori interessati a creare estensioni per Safari 5 possono fare riferimento a questa pagina per maggiori informazioni merito.

Gli smanettoni, frattanto, possono fare riferimento al microblog safariextensions.tumblr.com per una raccolta non-ufficiale di estensioni già pronte da provare.

Tutto il resto

Vi sono poi altre migliorìe sparse di importanza minore. La barra degli indirizzi, ad esempio, è ora in grado di ricercare corrispondenze parziali anche nella cronologia in maniera più accurata

MLIShot_3.jpg

Vi sono poi miglioramenti alla gestione delle schede, alcuni perfezionamenti all'interfaccia grafica ed un Web Inspector ulteriormente migliorato per la gioia di tutti gli sviluppatori web.

Bing e Yahoo! affiancano inoltre Google fra i provider selezionabili per le interrogazioni avviate dalla barra di ricerca.

Risolti 46 problemi di sicurezza

In caso le novità funzionali non fossero sufficienti a spingere all'update del navigatore, Safari 5 risolve anche ben 46 distinti problemi di sicurezza a pericolosità variabile rilevati in Safari 4, i più gravi dei quali potrebbero consentire ad un utente ostile di prendere pieno controllo del sistema da remoto in caso la vittima visitasse una pagina studiata ad hoc.

C'è comunque da precisare che gli esperti di Secunia considerano alcuni difetti non ancora risolti in maniera soddisfacente, motivo per cui non è da escludere che un nuovo aggiornamento minore (5.0.1?) possa arrivare già nei prossimi giorni.

IE Team risponde con un video comparativo

In tutta risposta, il team di sviluppo di Internet Explorer ha pubblicato un filmato nel quale il livello prestazionale di Safari 5 viene confrontato a quello di Internet Explorer 9.

Come era facilmente prevedibile, il browser Microsoft riesce a mantenere una buona fluidità in entrambe le applicazioni di test (50 fps nella prima 25 nella seconda), mentre Safari 5 pare incapace di superare i 10 fps.

Il filmato è visionabile qui.

Impressioni generali e coordinate per il download

Il libero download di Safari 5 per Windows e Mac è scaricabile da questa pagina. Nonostante i riferimenti sul sito ufficiale italiano ancora parlino di Safari 4, la versione proposta è effettivamente la quinta.

Il programma è già completamente localizzato in italiano.

Pur senza introdurre novità particolarmente rilevanti, la quinta versione del browser Apple si configura indubbiamente come un aggiornamento da non perdere per tutti gli utenti della release 4. Quanto la concorrenza possa essere impensierita, al di fuori della piattaforma Mac, è però ancora tutto da stabilire: il browser è stabile e pittosto piacevole da utilizzare ma, fatta eccezione per la nuova modalità lettura, non presenta alcuna caratteristica che possa farlo realmente spiccare nel panorama odierno.

Tale carenza, affiancata al livello prestazionale buono, ma non certo da primato, non configurano Safari 5 come un'alternativa realmente interessante né a Google Chrome, né a Firefox. Gli utenti di IE 8, oppure coloro che si muovano spesso fra il mondo Mac e quello Windows, potrebbero invece trovare qualcosina in più.

Per tutti quanti comunque, un giro di prova è indubbiamente consigliabile.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.15 sec.
    •  | Utenti conn.: 126
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.03