Punto informatico Network

190397748520080920155223_11106.jpg

IE 9 ama H.264, non Theora

03/05/2010
- A cura di
Zane.
Internet - Un duro colpo per la diffusione del formato libero Ogg Theora: la prossima versione di Internet Explorer supporterà solamente il codec video H.264.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

ie (1) , video (1) , h.264 (1) , theora (1) , vp8 (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 6 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Il nuovo tag <video> di HTML5 è indubbiamente destinato a rivestire un ruolo fondamentale nel web di domani. Proprio grazie a questo elemento infatti, la trasmissione dei filmati in streaming potrebbe presto migrare dal plug-in proprietario Flash Player di Adobe ad una specifica libera e supportata nativamente dal browser web.

Nonostante i principali navigatori siano, più o meno, già tutti pronti a supportate <video> (ad eccezione di Internet Explorer 8), vi è ancora una certa confusione circa il formato di compressione da utilizzarsi per il flusso video medesimo. Le due tecnologie contendenti sono, fondamentalmente, Ogg Theora e H.264.

Il primo è un codec aperto e completamente libero che, pur non garantendo la stessa resa del concorrente, ha l'indubbio vantaggio di poter essere utilizzato senza la necessità di pagare alcun diritto di sfruttamento.

H.264 è invece lo stesso compressore impiegato nei dischi Blu-ray, ed è considerato oggi lo stato dell'arte del settore, in grado di battere senza grossi problemi anche punti di riferimento come MPEG-2 (impiegto nei DVD classici) e DivX. L'impiego di H.264 è concesso gratuitamente per le trasmissione via web fino al 2015, ma MPEG LA, società privata che eroga le licenze, si è riservata la facoltà di revocare tale libertà in seguito.

Vi è, in vero, un terzo contendente: VP8, realizzato da On2 Technologies e acquisito pochi mesi fa da Google. Sebbene vi siano le condizioni perché proprio questo compressore possa divenire un peso massimo nel prossimo futuro, VP8 non è, oggi, fra i codec veramente il lizza per il dominio del tag <video>.

In questa battaglia per la conquista del mercato, la decisione di supportare l'uno o l'altro nel browser web più utilizzato è indubbiamente un elemento che potrebbe decretare il successo presso il grande pubblico. Microsoft ha ora annunciato che Internet Explorer 9, prossima incarnazione del navigatore fornito "di serie" con Windows, supporterà unicamente il video H.264.

Il team di sviluppo ha motivato la scelta sostenendo che H.264 sia maggiormente supportato dal mercato (lo stesso flusso può essere trasmesso anche tramite Flash, ad esempio) ed ha una chiara entità di riferimento, MPEG LA, per la gestione delle licenze: l'esistenza di un'entità commerciale di riferimento è significativa, in quanto pone il colosso e tutti coloro che scelgano di utilizzare H.264, al riparo da eventuali contestazioni legate a brevetti e dintorni.

Microsoft si allinea così alla scelta intrapresa da Apple ed in contrapposizione rispetto a Mozilla e Opera Software: queste ultime hanno infatti deciso di supportare unicamente Ogg Theora all'interno di Firefox e Opera. Google, al contrario, ha preferito dotare il proprio Chrome del supporto ad entrambi i compressori.

Ad oggi comunque, la versione d'anteprima di Internet Explorer 9 rilasciata da Microsoft non è ancora in grado di decodificare video H.264. Aprendo un video di YouTube dopo aver attivato la modalità HTML5 infatti, il riquadro del filmato viene mostrato correttamente (segno che il browser è già in grado di gestire il tag <video>) ma il flusso in streaming poi non parte

MLIShot5.jpg

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.29 sec.
    •  | Utenti conn.: 79
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.14