Punto informatico Network

Canali
20090629114806_1831161964_20090629114705_1767412428_server_download2.png

Guida completa: come predisporre un server FTP sul proprio PC

19/10/2009
- A cura di
Zane.
Tecniche Avanzate - Desiderate trasferire file via Internet o rendere disponibili documenti particolarmente voluminosi senza imbattervi nei tanti limiti dei servizi di web hosting? FTP è un protocollo robusto e affidabile, in grado di offrire una serie di vantaggi di primo piano. Grazie ad un potente software open source, è possibile predisporre un server con la massima sicurezza e semplicità: vediamo come procedere.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

server (2) , pc (1) , ftp (1) , server ftp (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 407 voti
Una nota importante per gli utenti Fastweb e UMTS AvvisoAffinchè la procedura possa funzionare correttamente, è indispensabile che le porte di comunicazione del calcolatore che eroga il servizio siano aperte e raggingibili. Questo significa che gli utenti Fastweb e coloro che utilizzino una connessione UMTS sono esclusi a priori: tali reti ad "IP mascherato" inibiscono infatti la possibilità di gestire il port forwarding in maniera regolare. Potrete utilizzare una connessione di questo tipo dalla parte del client, ma lato-server avrete bisogno di un accesso tradizionale, come le ADSL fornite da Alice, Libero e tutti gli altri. L'unico modo a disposizione degli utenti Fastweb per risolvere il problema alla radice è quello di richiedere un indirizzo IP pubblico a pagamento, oppure sfruttare le 20 ore mensili di IP pubblico comprese nell'abbonamento e rendere disponibile il servizio solamente in certi momenti. In alternativa, potete installare Hamachi ( http://www.megalab.it/5112 ) su entrambi i sistemi e lavorare di conseguenza.
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Al giorno d'oggi, fra messaggistica istantanea, protocolli di filesharing P2P, file hoster via web ed eccellenti soluzioni come DropBox, i metodi per scambiare file in rete sono davvero moltissimi.

Ciò nonostante, la predisposizione di un server FTP sul proprio PC rimane un'operazione altamente consigliata, perlomeno per gli utenti più esigenti.

Questo approccio ha infatti una serie di vantaggi sicuramente notevoli rispetto a tutti gli altri elencati:

  • Nessun limite alla dimensione dei file (contrariamente a quanto avviene con RapidShare e cloni)
  • Possibilità di lavorare in modo asincrono (contrariamente a quanto avviene trasferendo i file via Windows Live Messenger e simili, in cui è necessario che il mittente e il destinatario accettino ogni singolo trasferimento)
  • Tutela della privacy: rispetto agli host on-line, in cui i file da scambiare sono affidati a una terza parte, un server FTP evita di dover affidare il proprio lavoro ad un soggetto estraneo
  • Possibilità di negare l'accesso a chi non conosce nome utente e password, al contrario di quanto avviene utilizzando i programmi di filesharing peer-to-peer
  • Nessun software addizionale da installare: basterà un tradizionale web browser per interagire con il server

Vi sono però anche alcuni aspetti negativi;

  • Velocità di trasferimento limitata rispetto a quanto ottenibile scaricando un file da un web hoster: in particolare, ricordate che i client che si collegheranno al vostro server potranno scaricare al massimo alla velocità di upload prevista dal vostro contratto di connessione
  • Maggiore complessità nel configurare il server
  • Disponibilità dei file limitata ai momenti in cui il PC è acceso e collegato ad Internet

A mio personale parere, i vantaggi sono tali da portarmi ad evitare quasi sempre l'impiego dei web hoster, se non in casi eccezionali.

Siete convinti? Vediamo come preparare il tutto.

Spiacente, utenti Fastweb

Per poter consentire il collegamento al vostro server FTP, è necessario aprire e rendere possibile la connessione ad una porta TCP (la numero 20, per impostazione predefinita).

Il sistema Fastweb ad IP mascherato, inibisce questa possibilità.

L'unico modo per risolvere il problema è quello di richiedere all'operatore un (costoso) IP pubblico, oppure sfruttare le 20 ore mensili di IP pubblico comprese nell'abbonamento e rendere disponibile il proprio FTP solamente in tali momenti.

L'alternativa è costituita dalla creazione di una VPN con soluzioni quali Hamachi: ne ho parlato nell'articolo "Realizzare VPN in pochi clic: guida rapida ad Hamachi".

FileZilla Server

Sebbene siano numerose le soluzioni software atte allo scopo (in passato abbiamo proposto una approfondita guida anche a Serv-U, ad esempio), la mia prima scelta per predisporre server FTP è senza dubbio alcuno FileZilla Server.

Si tratta di uno strumento leggero ma allo stesso tempo potente, altamente configurabile e con il vantaggio della licenza open source GPL, grazie alla quale è possibile utilizzare il programma liberamente anche in ambienti professionali

FileZillaServer.MAIN.jpeg

Installazione

Per prima cosa, è necessario scaricare il programma di installazione dal sito ufficiale ed avviare il setup.

Le prime schermate sono quelle tradizionali: scelta dei componenti da installare (selezionateli tutti), percorso in cui copiare i file, accettazione della licenza d'uso e via dicendo.

La prima videata interessante è Startup settings relativa appunto alle modalità con cui avviare il server.

FileZillaServer.Install.1.jpeg

Personalmente sono allergico al software che parte automaticamente all'avvio del PC, e preferisco piuttosto attivare manualmente i vari programmi alla bisogna.

Se volete adottare il mio approccio, selezionate Do not install as service... In caso contrario lasciate la scelta di default.

Ricordate comunque che questo tipo di avvio è raccomandabile solamente in caso vogliate mantenere il massimo controllo sul programma, e non è indicato per calcolatori adibiti strettamente a lavorare come server remoti.

Se avete optato per l'avvio manuale, suggerisco di selezionare Start manually alla schermata successiva.

FileZillaServer.Install.2.jpeg

All'ultima videata della procedura d'installazione, lasciate attiva la voce proposta per attivare immediatamente il programma.

A questo punto, potreste essere accolti da un avviso di Windows Firewall: accettate la possibilità che FileZilla Server possa accedere alla rete e aprire porte in ingresso

FileZillaServer.Install.3.jpeg

Apparirà ora la finestra di dialogo seguente: sebbene non approfondiremo questo aspetto nel corso della guida, è infatti possibile amministrare anche installazioni di FileZilla Server remote.

Lasciate tutto come sta, attivate l'opzione Always connect to this server e confermate

FileZillaServer.Options.jpeg

Dovreste poter vedere ora la schermata principale del programma: il server è attivo, anche se non ancora accessibile.

Pagina successiva
Le opzioni (1a parte)

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.36 sec.
    •  | Utenti conn.: 67
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.2