Punto informatico Network

Canali
20100603210837_1877342814_20100603210813_500088139_Windows_Live_Sync_logo.png

File sempre disponibili e sincronizzati, grazie a Windows Live Mesh 2011

04/10/2010
- A cura di
Zane.
Software Applicativo - Uno dei programmi veicolati dalla suite gratuita Windows Live Essentials ha subìto un aggiornamento sostanziale con l'ultima iterazione. Ora consente di mantenere sincronizzati i documenti fra più computer con una semplicità estrema: sono necessari pochissimi click per rendere operativo il tutto, e si può anche accedere ai PC da remoto senza dover intervenire sulla rete. "Facilità" è la parola d'ordine.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , live (1) , sync (1) , windows live (1) , file (1) , windows live essentials (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 11 voti

Sincronizzare file fra più computer è ormai divenuta un'esigenza alquanto diffusa, anche presso gli utenti meno smanettoni. Trovandosi spesso a lavorare su calcolatori differenti (PC di casa, dell'ufficio, notebook e netbook, tanto per citarne alcuni) la vecchia soluzione di trasferire i documenti via e-mail oppure mediante chiavetta USB è sempre meno pratica, ed il rischio di incorrere in errori e conflitti è elevato.

È quindi naturale che il settore dei programmi di sincronizzazione si stia sviluppando tanto rapidamente, abbracciando due approcci differenti: quello peer-to-peer, in cui i computer allineano i file dialogando direttamente fra loro mediante la rete locale (LAN), e quello cloud, nel quale i calcolatori coinvolti fanno riferimento ad un server nella "nuvola" (cloud) Internet che si occupa di gestire l'operazione.

Se Allway Sync e FreeFileSync sono ottimi esponenti del primo gruppo, il celebre DropBox è indubbiamente uno dei pesi massimi nella sincronizzazione cloud.

Con la più recente iterazione di Windows Live Essentials, Microsoft ha scelto di scendere in campo anche in questo settore con un eccellente software gratuito

MLIShot_06.jpg

La suite di strumenti addizionali per Windows veicola infatti anche una versione profondamente rivista di Windows Live Mesh (era Windows Live Sync durante la fase beta), eccellente strumento dotato sia di funzionalità di sincronizzazione peer-to-peer, sia della capacità di appoggiarsi alla nuvola e consentire l'accesso da remoto ai vari PC in modo semplicissimo.

Nel corso di questa guida vedremo come predisporre il tutto nel modo più rapido possibile.

Per molti, ma non per tutti

Il software trattato in questo articolo è completamente gratuito, ma compatibile solo con Windows Vista, Windows 7 e Mac OS X 10.5 e successivi: gli utenti di Windows XP sono quindi esclusi a priori, e devono rivolgersi ad una delle alternative.

Non vi sono pre-requisiti particolari per quanto riguarda Windows 7 e Mac OS X.

I computer governati da Windows Vista devono invece essere aggiornati a Service Pack 2 ed equipaggiati con la patch Platform Update: si tratta della stessa che veicola anche DirectX 11.

Per quanto riguarda l'aspetto hardware invece, è richiesto un processore ad almeno 1.6 GHz affiancato da 1 GB di memoria RAM.

Ottenere Windows Live Mesh

Una volta essersi sincerati che tutti i pre-requisti siano soddisfatti, è possibile scaricare ed installare Windows Live Essentials, pacchetto che comprende anche Windows Live Sync. La pagina di riferimento per il download è questa.

Prima di procedere però, vi suggerisco di verificare che il programma non sia già installato sul vostro sistema: poichè la procedura di setup è la stessa utilizzata anche per il popolare Windows Live Messenger, è senz'altro possibile che già siate dotati anche di Windows Live Mesh.

Per scoprirlo, basata cercare il termine mesh nel campo di ricerca del menu Start

MLIShot_01.jpg

Installazione

Contrariamente ad altri strumenti di sincronizzazione trattati su queste pagine, Windows Live Sync deve essere installato su tutti i calcolatori che si desidera mantenere sincronizzati: per semplificare al massimo la configurazione, raccomando vivamente di completare il setup su tutti i vari computer immediatamente, senza soffermarsi sulla configurazione.

L'operazione non presenta passaggi degni di nota: limitatevi a premere ripetutamente Avanti e riavviare (se richiesto) e sarete pronti.

Primo avvio

Potete avviare il programma dalla cartella Tutti i programmi -> Windows Live Essentials del menu Start, come di consueto.

Al primo avvio, vi verrà richiesto di fornire le credenziali di accesso al servizio Windows Live: si tratta delle stesse utilizzate per Windows Live Messenger. Se ancora non avete un profilo, dovete registrarvi (gratuitamente) seguendo l'apposito link proposto nella schermata

MLIShot_02.jpg

Vi raccomando vivamente di mantenere spuntate le due caselle di controllo: in caso contrario, il servizio non funzionerà nel modo ottimale.

A questo punto, assicuratevi di effettuare il primo log-in su Windows Live Mesh da tutti i computer coinvolti nella sincronizzazione.

Spostatevi quindi su uno di essi per la (semplicissima) fase di configurazione.

Pagina successiva
Sincronizzare i file
Pagine
  1. File sempre disponibili e sincronizzati, grazie a Windows Live Mesh 2011
  2. Sincronizzare i file
  3. Desktop Remoto semplificato

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.12 sec.
    •  | Utenti conn.: 110
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0