Punto informatico Network
Canali
20090623201245_1786543372_20090623201227_544350705_HardLinkSpotlight.png

Guida completa ad hard link ed altri collegamenti avanzati in Windows

03/03/2010
- A cura di
Zane.
Trucchi & Suggerimenti - Windows consente di creare diversi tipi di collegamento, non solo quello "classico" e raggiungibile dall'interfaccia grafica. Passiamo in rassegna le varie tipologie disponibili, le loro differenze ed i comandi per crearli. Non amate il prompt di comando? presentiamo una una comoda utilità che rende disponibile il tutto nel menu contestuale.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (3) , link (2) , junction (1) , soft link (1) , softlink (1) , hardlink (1) , hard link (1) , collegamento (1) , windows 7 (1) , windows vista (1) , vista (1) , mklink (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 209 voti

Se quanto detto fino ad ora vi intriga ma non siete avvezzi alla linea di comando, niente paura: grazie ad una pratica utilty gratuita di nome Link Shell Extension è possibile portare in punta di click tutte le funzionalità relative ai collegamenti avanzati.

LinkShellExt.2.png

Una volta scaricato ed installato il programma (prestando bene attenzione ad utilizzare l'opportuna versione a 32 oppure 64 bit, ed installare preventivamente il componente Microsoft Visual C++ runtime libraries), si potrà accedere alle funzionalità offerte mediante il menu contestuale di file e cartelle.

Come funziona per le cartelle

La prima operazione da svolgere consiste nel cliccare sull'oggetto a cui si desidera realizzare un collegamento avanzato (ad esempio, una cartella) e quindi selezionare Pick Link Source

LinkShellExt.1.png

A questo punto, richiamando il menu contestuale della destinazione, sarà sufficiente espandere Drop As... per realizzare uno dei link discussi in precedenza

LinkShellExt.2.png

Oltre a quanto presentato nelle pagine precedenti, sono presenti anche:

  • Hardlink Clone: clona la struttura di una cartella, sostituendo però ai documenti presenti dei semplici hard link ai file originali
  • Smart Copy: copia l'intera cartella, preservando gli eventuali Junction, Symbolic Link ed Hard Link presenti
  • SymbolicLink Clone: lo stesso di Hardlink Clone, ma utilizza Symlink al posto di Hard link

Interessante notare che, creando un Junction, il programma sovraimprime un'icona distintiva all'oggetto (una piccola catena), facilitandone senza dubbio il riconoscimento

LinkShellExt.5.png

Come funziona per i file

Allo stesso modo, è possibile agire anche su singoli file

LinkShellExt.6.png

Il menu Drop As... propone ora solo la possibilità di creare Hard link e Symlink

LinkShellExt.7.png

Gli hard link realizzati dal programma sono contraddistinti da un icona di collegamento colorata di rosso, e, fra le proprietà, viene mostrato il numero e la posizione di riferimenti all'informazione in questione (l'icona rossa viene mostrata però anche sul file originale)

LinkShellExt.8.png

Impressioni generali

L'utilità è sicuramente molto interessante: non fosse per la comodità di rendere disponibile la creazione di link avanzati in punta di click, l'icona distintiva applicata a Junction e Hard link è la vera ciliegina sulla torta.

Peccato non sia (ancora?) presente un'icona distintiva anche per i soft link, o sarebbe davvero "un must" per ogni appassionato.

I più attenti all'uso delle risorse saranno felici di sapere che Link Shell Extension non crea alcun processo attivo in background: di fatto, questo significa che l'utility non grava in alcun modo sulle risorse disponibili.

Pagina successiva
Tabella riassuntiva e spunti di utilizzo
Pagina precedente
Hard link

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2022 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.15 sec.
    •  | Utenti conn.: 71
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0