Punto informatico Network
20090211183251_277096548_20090211183231_1952918650_Untitled.png

Blizzard d'accordo con Valve: "Windows 8 sarà un disastro"

30/07/2012
- A cura di
Mondo Windows - In un post su Twitter, il Vice Presidente di Blizzard Pardo ha espresso piena comprensione riguardo le dichiarazioni molto negative di qualche giorno fa del CEO di Valve Newell su Windows 8. Si sta aprendo una frattura sempre più grave fra le major dei videogiochi e Microsoft?

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

blizzard (2) , videogiochi (1) , valve (1) , gnu/linux (1) , windows 8 (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 16 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Pochi giorni fa vi avevamo parlato di una serie di dichiarazioni che Gabe Newell, il CEO di Valve (importante società sviluppatrice di videogames e produttrice tra l'altro della popolare piattaforma Steam), aveva rilasciato riguardo al nuovo sistema operativo di casa Microsoft, Windows 8, la cui uscita ufficiale è prevista per il 26 ottobre, definendolo "una catastrofe pressoché per tutti nel mondo dei PC".

Tali dichiarazioni, unite all'annuncio di voler puntare su GNU/Linux come piattaforma alternativa per il futuro (ricordiamo che solo qualche settimana prima Valve aveva ufficializzato lo sviluppo di versioni di Steam, Source Engine e Left 4 Dead 2 per il Pinguino), avevano provocato parecchio scalpore nel mondo del videogaming su PC, in quanto sembrava sancire una rottura fra gli sviluppatori del settore ed il colosso di Redmond.

Sembra proprio che tale impressione sia del tutto fondata: infatti, a seguito del rilascio di queste dichiarazioni, il Vice Presidente Esecutivo di Blizzard Entertainment, Rob Pardo, tramite un post pubblicato sul suo account Twitter ha quotato in toto il pensiero del CEO di Valve su Windows 8, dichiarando che l'azienda che rappresenta la pensa esattamente allo stesso modo.

Blizzard.jpg

Blizzard, ricordiamolo, è uno dei colossi del settore videoludico per PC e console, dai cui studi sono usciti titoli di grandissimo successo come Diablo III, World of Warcraft e Starcraft, i quali hanno fruttato alla società americana miliardi di dollari e una grandissima reputazione tra i videogiocatori, e una dichiarazione del genere da parte di uno dei suoi massimi esponenti su Windows 8 non può che essere un segnale fortemente negativo per Microsoft.

Le critiche rivolte a Microsoft da Valve, e quindi condivise da Blizzard, sono soprattutto incentrate sulla scelta di puntare su dispositivi touchscreen come i tablet PC, in alternativa ai classici mouse e tastiera (o controller), e l'introduzione del Windows Store, il quale andrebbe a collidere con gli interessi economici delle due società (soprattutto di Valve, che vedrebbe diminuire la quota di mercato di Steam).

L'azienda di Newell ha, come spiegato precedentemente, già trovato un'alternativa valida in GNU/Linux, il quale consentirebbe secondo Valve di sopperire alle perdite causate da Windows 8, ma ora la domanda è: Blizzard seguirà la stessa strada intrapresa dalla casa statunitense?

Al momento, infatti, non è mai stato registrato alcun interesse particolare da parte di quest'ultima nei confronti del Pinguino, principalmente per due motivi: la frammentazione dei progetti per tale sistema (in parole povere, per la mole enorme di distro presenti), e la mancanza di driver adatti per un'esperienza videoludica soddisfacente.

Valve sembra aver già risposto a Blizzard in maniera esaustiva, puntando sulla popolare distro di Canonical Ubuntu come sistema di riferimento ed impegnandosi a migliorare i driver grafici per GNU/Linux esistenti, staremo a vedere se anche l'azienda di Pardo seguirà la stessa strada, la quale sarebbe comunque in discesa vista l'esistenza di versioni di Diablo III e Starcraft III per Mac OS X che ne faciliterebbero il porting sul Pinguino (essendo entrambi i sistemi su base UNIX) e la presenza negli archivi Blizzard di una versione già pronta di World of Warcraft per GNU/Linux mai pubblicata.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.2 sec.
    •  | Utenti conn.: 32
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0.05