Punto informatico Network

Canali
20081102221826_1015560490_20081102221802_1493236173_Maintenance.png

Scopri quali cartelle occupano più spazio su disco

25/05/2010
- A cura di
Trucchi & Suggerimenti - Siete curiosi di scoprire perché il vostro disco fisso è saturo? Grazie a Disk Space Fan sarà possibile visualizzare in una rappresentazione nuova, diversa e bizzarra lo spazio occupato da ogni cartella.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

software (1) , disco (1) , cartelle (1) , spazio su disco (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 15 voti

Capita di frequente che numerosi MegaByte o addirittura GigaByte vengano occupati da applicazioni o da rimasugli di vecchie installazioni o ancora da file personali inutilizzati o duplicati.

Più volte abbiamo trattato il tema qui su MegaLab.it. Diversi software, come Treesize, permettono di avere una panoramica relativa alla dimensione della varie cartelle salvate su disco.

Disk Space Fan, l'utility che andiamo a presentare quest'oggi, sarebbe del tutto identica a tutti gli applicativi simili se non fosse per l'insolita e originale grafica che lo caratterizza. Il download del software in questione è disponibile a questa pagina.

Il programma deve essere installato, ma si tratta di un'operazione semplice, non caratterizzata da passaggi complicati. Conclusa la procedura e lanciato l'applicativo, la videata iniziale mostrerà una panoramica di tutti i dischi fissi riconosciuti, corredati dalla quantità di spazio utilizzato e da quello libero.

Disk Space Fan 1.png

Selezionata un'unità dal menu di sinistra, è possibile cliccare sul pulsante rosso Scan for Details per lanciare una scansione del disco fisso. Il software iniziaerà a passare in rassegna ogni file e cartella determinandone la dimensione.

Disk Space Fan 2.png

Qualche secondo di attesa sarà sufficiente per la conclusione del processo. La schermata verrà automaticamente modificata per lasciare il posto alla rappresentazione grafica dell'utilizzo dello spazio sul disco selezionato.

Il sistema con cui al compatto nucleo grigio centrale si arriva ai rettangolini più estremi del grafico è interessante. Le cartelle e i file principali che occupano una quantità di spazio considerevole sono ancorati direttamente al centro del disegno.

Man mano, ogni cartella aggiunge un livello successivo e dello stesso colore nella parte esterna. E via così, fino ad arrivare alle zone più limitrofe e di importanza minore.

Disk Space Fan 3.png

Soffermandosi con il cursore su un segmento, saranno disponibili ulteriori informazioni, quali il nome e il percorso della cartella, il suo contenuto e la sua dimensione.

Disk Space Fan 4.png

Allo stesso modo, è possibile selezionare con un clic uno spezzone per accedere ad un quadro più specifico, in cui il nucleo sarà costituito dalla cartella selezionata e non più dal disco tutto.

Disk Space Fan 5.png

Ci si può addentrare all'interno delle cartelle e dei file per diversi livelli. Se ad un certo punto decideste di tornare indietro fino alla radice del disco, è sufficiente selezionare la voce Goto root accessibile con un clic destro del mouse sul grafico.

Disk Space Fan 6.png

Il menu contestuale propone inoltre alcune altre interessanti possibilità: Open e Browse aprono l'elemento scelto con l'esplora risorse predefinito; Delete lo rimuove; mentre Properties ne apre la finestra di proprietà. Preview, in caso si trattasse di un'immagine, ne apre invece un'anteprima.

Sempre per ciò che concerne le foto, anche soffermandosi con il cursore su di un file provocherà la comparsa di una piccola rappresentazione nella parte alta della finestra.

In qualunque momento è possibile ritornare all'interfaccia iniziale cliccando sul pulsante a forma di abitazione visibile in alto a sinistra. Qui, oltre a poter lanciare una nuova scansione dei dischi, è anche presente la possibilità di analizzare una cartella a scelta cliccando in basso su Scan Folder. Sarà sufficiente individuare la directory interessata e premere Scan.

Disk Space Fan 7.png

Che dire: si tratta di un software ben fatto che aggiunge senza dubbio qualcosa alla miriade di applicativi simili. In particolare, sfruttare l'impatto visivo generato da un grafico simile è stata un'idea furba ed interessante.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.52 sec.
    •  | Utenti conn.: 106
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.28