Canali
20090824102418_1143233553_20090824102317_1842626330_121451423.png

Guida: le differenti modalità di installazione dei programmi su Ubuntu

06/05/2011
- A cura di
Linux & Open Source - Installare un nuovo software su una distribuzione GNU/Linux come Ubuntu non rappresenta certo un problema. I metodi per farlo sono numerosi e, forse proprio per questa ragione, ciò potrebbe lasciare spiazzato l'utente meno esperto. In effetti esistono almeno 5 metodi equivalenti ed altrettanto validi per eseguire tale operazione! Analizziamoli insieme uno ad uno.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

ubuntu (1) , installare (1) , programmi (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 10 voti
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Gli utenti di Windows sanno bene che, per installare un nuovo software sul PC, la maggior parte delle volte è sufficiente cliccare sul file setup.exe del programma. Chi passa a GNU/Linux, al contrario, ha solo l'imbarazzo della scelta, tra soluzioni interamente a riga di comando come il terminale, oppure interamente grafiche come Ubuntu Software Center.

Ubuntu Software Center.png

Finalità della guida

Consapevole che negli utenti meno esperti di GNU/Linux avere la possibilità di installare un nuovo programma in molti modi differenti, più che rappresentare un vantaggio potrebbe generare confusione, ho deciso di riassumere i principali in questa guida. Analizzeremo, inoltre, il caso in cui un software non sia direttamente disponibile nei repository, costringendoci a compilare manualmente il codice sorgente.

Alla fine non verrà decretato un vincitore ma starà a noi utilizzare il metodo che più ci aggrada o quello che riteniamo più semplice o idoneo da applicare di volta in volta. Riassumendo, le tematiche trattate saranno le seguenti:

  • Installazione da terminale con apt-get ed eventuale aggiunta di repository esterni;
  • Installazione da terminale di un pacchetto .deb;
  • Installazione da terminale mediante compilazione del codice sorgente;
  • Synaptic ed eventuale aggiunta di repository esterni;
  • GDebi;
  • Ubuntu Software Center.
Pagina successiva
Installazioni da terminale

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 46
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.12