Punto informatico Network

Canali
20080829225754

Hackintosh: il Mac per PC

26/05/2008
- A cura di
Tecniche Avanzate - Avete mai desiderato provare Mac OS X nel vostro fedele computer, magari prima di acquistare un Macintosh? In questo articolo vi spieghiamo come farlo.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

mac (1) , pc (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 559 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Quanti di voi hanno sempre sognato di provare almeno una volta un Macintosh? Le persone disposte a farlo sono tante, ma gli ostacoli per arrivare alla meta sono ancora di più.

Innanzitutto il costo dei computer Apple è generalmente più alto rispetto ai comuni Personal Computer per via delle preferenze della casa di Cupertino per i modelli All-in-One. Sono macchine che integrano tutto l'hardware direttamente nel monitor, risparmiando così spazio, a scapito del prezzo.

Inoltre, la casa di Cupertino vende sì Mac OS X Leopard senza hardware Apple, ma per questioni di licenza non siamo liberi d'installarlo in qualsiasi macchina vogliamo (vedi il paragrafo Legalità).

Le speranze, dunque, sembravano ridotte a zero, ma circa tre anni fa si sono riaccese. Il 6 giugno 2005, il CEO di Apple, Steve Jobs, si presenta ad una conferenza con un Mac, in cui era installato Mac OS X 10.4. Direte, che c'è di strano? Nulla, a parte il fatto che in quel Mac c'era un processore Intel x86 anziché il classico PowerPC.

Durante quella conferenza, Jobs annunciò che l'azienda intendeva abbandonare nel giro di un paio d'anni la piattaforma PowerPC, utilizzando esclusivamente processori Intel. La compatibilità con il software precedente si sarebbe ottenuta con una ricompilazione del programma e con un apposito emulatore chiamato Rosetta.

E mantenne la promessa: il 10 gennaio 2006, al MacWorld Expo di San Francisco, vengono presentati il nuovo portatile MacBook Pro e un nuovo modello di iMac, tutti e due funzionanti su processori Intel Core Duo.

È il primo passo di Apple verso il passaggio a CPU Intel, riconfermato poi il 26 ottobre 2007 con l'uscita del nuovo sistema operativo Leopard (Mac OS x 10.5), che supporta nativamente l'architettura x86.

Adesso sì che si può tentare l'impresa di installare un sistema Mac sul proprio Personal Computer, e in quest'articolo ve ne daremo una dimostrazione.

Legalità

Installare Leopard (come vedremo in quest'articolo) è un'operazione illegale, oltre che rischiosa dal punto di vista hardware. La licenza che dovrete accettare durante l'installazione del sistema dice: L'utente accetta di non installare, utilizzare o eseguire Software Apple su un computer non Apple o di consentire a terzi di farlo (vedi immagine).

DSCF1477.JPG

Contratto blindato, dunque. In ogni caso, credo che chi veramente desideri provarlo cliccherà su "Accetta" senza pensarci due volte. Detto ciò, però, voglio precisare che MegaLab.it non si assume alcuna responsabilità a riguardo. La responsabilità è vostra e questa guida è solamente a scopo dimostrativo.

Caratteristiche tecniche

Eccoci a un punto cruciale della nostra prova. Quelle sotto riportate sono le caratteristiche tecniche della macchina in cui installeremo Leopard.

  • Scheda madre: Asus A8V - Deluxe Socket 939
  • Chipset: Via K8T800 Pro
  • Processore: AMD Athlon 64 3500+ S
  • RAM: 2x512 MB DDR SDRAM PC3200 (400MHz) Dual Channel
  • Scheda video: NVIDIA GeForce 6600 256MB RAM
  • Scheda audio: Realtek ALC850 integrata
  • Scheda di rete: Marvell 88E8001 Gigabit Ethernet Controller
  • Hard Disk: 2x80 GB Maxtor SATA 7200rpm

Come vedete, la nostra è addirittura una sfida: non solo installeremo un Mac su un comune PC, ma lo installeremo addirittura su un computer con processore AMD, non supportato da alcun sistema operativo Apple.

Requisiti minimi

Per installare questo sistema operativo nel vostro PC, è richiesto un unico importantissimo requisito: il processore deve supportare le istruzioni SSE 2 e/o SSE3.

Come fare per saperlo? Semplice: potete usare un software come CPU-Z. Andate sul sito ufficiale e cliccate sul link CPU-Z 1.44.2 sul box di sinistra chiamato Download lastest version.

Scompattate l'archivio (551KB) ed eseguite il programma cpuz.exe. Nella finestra che si apre, guardate nel pannello chiamato Instructions. Come potete vedere dalla figura, il mio processore supporta le istruzioni SSE2, dunque è possibile installarvi il famigerato sistema operativo di Apple.

Cpuz_hackintosh_edog.PNG

Per tutto il resto, i requisiti minimi sono simili a quelli di Vista, ossia 512MB RAM (consigliati 1GB) e una scheda video con 128MB di RAM.

Pagina successiva
Installazione

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.35 sec.
    •  | Utenti conn.: 111
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.22