Punto informatico Network
Canali
20090706165819_1762231118_20090706165757_1076694369_spotlight_volvo.png

Integrare il PC dentro l'automobile: introduzione al "Carputing"

12/05/2010
- A cura di
Hardware & Periferiche - Immagina gli interessanti vantaggi che potresti ottenere integrando il PC nell'automobile: ottersti un centro multimediale completo disponibile anche in viaggio, affiancato da tanti interessanti strumenti per l'ottimizzazione dei tragitti. Scopriamo come funziona questo sistema e come possiamo muovere i primi passi.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

pc (1) , automobile (1) , carputing (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4.5 calcolato su 29 voti

Installiamo il carputer nella nostra auto

Fino ad ora abbiamo parlato di cos'è, di come è composto e di come si configura: ora è arrivato il momento di mettere il frutto del nostro lavoro nella nostra auto.

Schema1.jpgL'immagine precedente rappresenta lo schema tipico di collegamento della quasi totalità dei progetti di Carputer. Ma procediamo per gradi.

Un componente fondamentale che spesso viene sottovalutato è la dimensione del cavo di alimentazione. Questo deve necessariamente essere di una sezione adeguata alla quantità di corrente che ci dovrà passare. Dobbiamo prendere in considerazione l'assorbimento massimo del PC, del monitor e dell'amplificatore in modo da avere una somma complessiva. Da questa somma quindi ricavare il dimensionamento del cavo e dei fusibili da utilizzare (altra cosa sottovalutata da molti).

Fondamentale è apporre un fusibile "generale" a monte vicino alla batteria e poi avere una fusibiliera che divide la linea elettrica alimentando le varie periferiche. Anche in questo caso è conveniente apporre dei fusibili dedicati alle singole periferiche.Fan250.jpg

Un errore molto comune è prendere l'alimentazione dal connettore ISO dell'autoradio. Questo approccio è molto pericoloso in quanto la sezione del cavo è generalmente troppo piccola e rischiamo così di sciogliere il cavo creando un danno non indifferente nonché una spesa pesante per riparare il tutto. La strada giusta è quella di prendere il positivo dalla batteria e il negativo in un punto sverniciato della carrozzeria.

Colleghiamo successivamente la parte audio. Dalla nostra mini-itx usciremo con dei cavi (in genere minijack stereo --> doppio RCA) che andranno nel nostro amplificatore e poi alle casse. L'amplificatore è necessario in quanto la potenza musicale in uscita dalla scheda madre è molto bassa e non sentireste praticamente niente collegandola direttamente sul vostro impianto.

Rca.jpg

Altri collegamenti riguardano l'alimentatore, ma per questo vi rimando alle istruzioni specifiche e dettagliate che vengono fornite insieme allo stesso. In generale abbiamo positivo, negativo, accensione dell'amplificatore, accensione del PC e accensione dell'alimentatore.

Tutti i cavi vengono fatti passare sotto ai due battitacco dell'auto. Si cerca sempre di dividere i cavi elettrici da i cavi audio in modo da limitare l'introduzione di interferenze di vario tipo che si trasformano poi in fastidiosi ronzii.

Ci vuole buona manualità e soprattutto pazienza nello smontare plastiche e parti metalliche e attenzione a gli airbag!!

Lo schema successivo vuole essere uno dei molti esempi possibili di alternative di installazione un po' più "avanzata".

Schema2.jpg

Buona installazione a tutti.

Si ringrazia per la collaborazione Severino, moderatore di Carputer.it.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!
Pagina precedente
Apparato Software

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2020 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 43
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 50
    •  | Tempo totale query: 0.1