Canali
20090603153840_2048913306_20090603153811_1631520588_dual_monitor_sl.png

Dual-monitor: che cos'è e perché non dovresti più farne a meno

08/11/2010
- A cura di
Zane.
Tecnologia & Attualità - MegaLab.it presenta la guida più completa per potenziare la propria postazione aggiungendo un secondo display. Vi spieghiamo, dati ed esperienze alla mano, perché un upgrade di questo tipo è consigliabile a qualsiasi tipologia d'utenza e come procedere per ottenere il miglior risultato con una spesa irrisoria, sia su Windows, sia con Linux.

Download

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

display (1) , produttività (1) , traduzioni (1) , dual-monitor (1) , editoria (1) , develop (1) , monitor (1) , desktop (1) , video (1) , lavorare (1) , schermi (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4.5 calcolato su 42 voti
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Qui su MegaLab.it proponiamo ogni giorno news e guide al mondo della tecnologia che possono consentirvi di sfruttare al meglio il vostro PC. Mai come in questo caso mi sento però di raccomandarvi vivamente di implementare quanto suggerito in questo articolo: i benefici che ne ricaverete saranno tanti e tali da farvi esclamare "come ho fatto fino ad oggi a farne a meno?! ", ve lo prometto!

MLIShot_05.jpg

Alla scoperta del "Dual-monitor"

Una postazione di lavoro alla quale siano collegati due schermi è detta "dual-monitor".

Una volta in possesso della giusta attrezzatura e dopo aver opportunamente impostato il sistema operativo, il vostro ambiente di lavoro sarà esteso fra i due display: in altre parole, sarete liberi di spostare le finestre da uno schermo all'altro con la massima naturalezza ed utilizzare il copia-incolla, le operazioni di trascinamento e tutto il resto esattamente come facevate in precedenza.

La disponibilità di tutto questo "spazio" cambia radicalmente il modo di lavorare, poiché l'utente è libero di affiancare due finestre, ognuna alla massima risoluzione concessa dal display, sulle quali può poi operare in maniera parallela e indipendente.

Alcuni esempi vi permetteranno di capire meglio.

Nella prima circostanza, stavo lavorando ad una news da immettere sul portale. Avevo quindi la necessità di affiancare il comunicato stampa ufficiale ("la fonte") al programma di videoscrittura nel quale stendere il mio pezzo (chi non si occupi di editoria può immaginare di dover scrivere una relazione consultando un bilancio, oppure svolgere una ricerca rielaborando il contenuto di una serie di fonti enciclopediche o, ancora, realizzare una traduzione partendo da un'originale).

Lavorare con un singolo monitor significa trovarsi in una situazione del genere (vi risparmio l'allineamento affiancato verticalmente, ma poco cambia)

MLIShot_11.jpg

Lo stesso scenario, trasposto su una configurazione dual-monitor, mostra magnificamente tutti i vantaggi che è possibile ottenere aggiornando la propria postazione di lavoro

MLIShot_12.jpg

Ancora non vi basta? I programmatori chiamati ad utilizzare funzioni o metodi con un lungo numero di parametri formali vorranno tenere sott'occhio la signature o la documentazione di riferimento evitando di trovarsi in questa situazione

MLIShot_14.jpg

Con un display in più, la situazione migliora drasticamente

MLIShot_15.jpg

Pagine
  1. Dual-monitor: che cos'è e perché non dovresti più farne a meno
  2. Pagina 2
  3. Pagina 3
  4. Pagina 4

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.13 sec.
    •  | Utenti conn.: 57
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0