Punto informatico Network

20090325094357_288303841_20090325094312_1939433741_morphxt.png

eMule MorphXT: ecco la 11.2

26/03/2009
- A cura di
Zane.
Filesharing Peer-to-peer - La nuova versione della celeberrima "mod" arriva a poco meno di un anno dalla precedente. Aggiornato il codice di base e presentati bugfix a go-go. Ma basteranno a salvare un Mulo ormai morente?

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

emule (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 179 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Era ormai dal maggio 2008 che Stulle e il suo gruppo non rilasciavano più versioni aggiornate di eMule MorphXT, portando molti a credere che il progetto fosse stato definitivamente abbandonato.

Invece ora, a poche settimane da un messaggio di commiato rivelatosi uno scherzo, il team di sviluppo ha reso disponibile una build aggiornata della celeberrima "mod" di eMule.

MLIShot.4.jpeg

Come noto, eMule MorphXT è un "fork" della versione ufficiale che amplia le funzionalità offerte dal celeberrimo programma di pee-to-peer con una serie di opzioni avanzate, interessanti soprattutto per i poweruser più esigenti o per chi utilizza la piattaforma per distribuire file.

Il changelog della nuova versione 11.2 appare sicuramente ben fornito. Innanzitutto, il codice di partenza è stato migrato dal precedente eMule 0.49a ad eMule 0.49c, introducendo quindi tutte le importantissime novità inerenti la rete Kad presentate dalla versione 0.49b, e ormai divenute indispensabili per utilizzare il client in assenza di server affidabili.

Figurano quindi una lunga lista di bugfix e perfezionamenti di importanza variabile, che faranno sicuramente la felicità degli utenti appassionati.

L'installar per la nuova versione può essere scaricato da qui, mentre lo zip senza setup è prelevabile da questo indirizzo.

Il Mulo è morto?

Sebbene il network di eMule sia ancora piuttosto ben fornito, è indubbio che la popolarità del programma sia in calo.

La superiorità tecnologica di BitTorrent è comunque solo un motivo marginale. Il principale responsabile del declino del Mulo sono infatti i rigidi filtri applicati da ormai quasi tutti i provider italiani: tali meccanismi hanno infatti raggiunto un livello di perfezionamento (e aggressività) tale da rallentare la velocità dei trasferimenti fino a rendere l'utilizzo di eMule ben poco proficuo.

Qual è la situazione con il vostro operatore? Condividiamo le impressioni nei commenti.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.4 sec.
    •  | Utenti conn.: 59
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.27