Canali
20090908100341_1632500861_20090908100324_400375581_performance.png

Guida completa al benchmark dell'hard disk (Windows e Linux)

27/04/2011
- A cura di
Hardware & Periferiche - Mettiamo alla prova le prestazioni del nostro disco rigido o memoria flash attraverso diverse tipologie di test.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

benchmark (3) , linux (1) , hard disk (1) , disk (1) , guida (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 5 voti

Dopo aver visto molteplici soluzioni per il benchmark della RAM, in questo articolo condurremo test prestazionali sulle memorie di massa come hard disk e "chiavette" USB.

Ancora una volta, i tool proposti effettueranno benchmark sintetici, stressando pesantemente il componente: si raccomanda quindi di sospendere il lavoro e di chiudere tutte le applicazioni durante la prova.

Quello che andremo a misurare nei singoli test, in fondo, non sarà nient'altro che la velocità con cui vengono trasferiti i dati e, nel caso di memorie con testina meccanica, il tempo impiegato dalla stessa per muoversi da un punto all'altro.

Per quanto riguarda la prima, è bene precisare che i programmi di benchmark utilizzati si appoggiano comunque alle librerie di sistema, quindi il sistema operativo e il filesystem avranno la loro influenza (anche se minima).

Datamarck

Iniziamo con il buon Datamarck, un tool portable che unisce completezza e precisione. Il programma è in allegato all'articolo.

Una volta scaricato l'archivio, lanciamo subito l'eseguibile contenuto ed il programma si presenterà con una maschera molto gradevole.

Datamarck_main.PNG

All'apertura ci viene proposta la scheda contenente le principali caratteristiche del nostro disco.

Nella sezione superiore possiamo selezionare un eventuale altro drive. Per iniziare il test clicchiamo su Start e noteremo che all'avvio della misurazione il programma ci sposterà nella scheda Performance dove verrà creato il grafico dell'andamento del test in tempo reale:

Datamarck_grafico.PNG

Vediamo quindi le due misurazioni: quella di colore blu indica la velocità, quella gialla invece indica il seek time, ossia il tempo materiale che impiega la testina per spostarsi nei vari punti del disco.

Per la velocità (linea blu). a valori maggiori corrispondono migliori performance, al contrario del seek time (linea gialla), dove misurando una latenza, a valori maggiori corrispondono scarse performance.

Il tutto comunque viene mostrato in maniera visibile al centro del grafico, con i MB/s per quanto riguarda la misura della velocità e i millisecondi per il seek time.

Se vogliamo vedere in maniera più precisa i singoli rilevamenti, spostiamoci nella scheda Console...

Datamarck_console.PNG

E possiamo scrutare tutte le misurazioni effettuate nell'arco del test.

Si tratta senza dubbio di un ottimo software, per il quale non c'è nient'altro da aggiungere.

CrystalDiskMark

Altro software che presento è il famoso CrystalDiskMark (scaricabile da qui), il quale, forse, risulta il più adatto per misurazioni rapide, offrendo un riscontro veloce e preciso.

Anche in questo caso siamo davanti ad un software portable, quindi una volta scaricato è sufficiente scompattarlo e lanciarlo. L'intero programma si riassume in una piccola e intuitiva finestra:

Crystaldiskmark.png

Vengono proposte diverse modalità di test: dalla lettura/scrittura sequenziale fino alla modalità casuale con blocchi di diversa dimensione. Possiamo inoltre scegliere la dimensione del file da usare.

Per avviare il test clicchiamo sul relativo bottone verde.

Il programma può testare, oltre ai normali hard disk magnetici, anche gli SSD.

Alla fine del test non viene compilato alcun grafico: il risultato, espresso in MB al secondo, viene mostrato in maniera ben visibile direttamente a schermo.

Drive!

Vediamo quest'altra utility per il benchmark del nostro disco: la semplicità di utilizzo di questo software è paragonabile a quella dei programmi precedenti.

Dunque scarichiamolo da qui e, una volta averlo lanciato, spostiamoci nella scheda Benchmark; dopo aver scelto il disco da testare, clicchiamo su Start per avviare il benchmark...

Drive!.png

Verranno eseguiti dei test sulla velocità in lettura, sul seek time e sulla cache. I risultati per ogni misurazione sono mostrati a fianco.

Al termne, verrà restituito un indice complessivo delle prestazioni del disco.

Tutto sommato, siamo davanti ad un programmino pratico e completo, anch'esso portable e di immediato utilizzo.

Come anticipato all'inizio, fino ad ora abbiamo eseguito dei test mettendo sotto stress il disco rigido al fine di scoprirne le prestazioni massime: adesso proviamo ad analizzare il comportamento del disco in situazioni più quotidiane...

Pagina successiva
Analisi personalizzata
Pagine
  1. Guida completa al benchmark dell'hard disk (Windows e Linux)
  2. Analisi personalizzata
  3. Benchmark in Linux

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 99
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11