Punto informatico Network

20090507233047_1258955168_20090507233023_1812118122_BrowserWar2.png

Internet Explorer scende sotto il 60%

06/05/2010
- A cura di
Zane.
Internet - Chrome allarga il proprio bacino di utenti. Bene anche Firefox e Safari. Opera perde qualcosina, ma a lasciare sul campo più di tutti è Internet Explorer: ora poco più della metà dei naviganti utilizza il browser Microsoft.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

internet (1) , internet explorer (1) , explorer (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 7 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Internet Explorer rimane saldamente al primo posto nella classifica dei browser web più utilizzati. Ciò nonostante, la sua quota di mercato continua a ridursi mese dopo mese.

Stando al report di Net Applications per l'aprile appena trascorso, il navigatore Microsoft è sceso sotto la soglia del 60% di preferenze: un risultato senza precedenti negli ultimi 10 anni

MLIShot_1.jpg

Ad erodere il successo del prodotto non è più solamente Firefox, ma, soprattutto, Chrome: mentre infatti il navigatore di Mozilla non ha mostrato segnali di crescita significativi (+0.07%), il software edito da Google ha ampliato il proprio bacino d'utenza di circa lo 0,6% rispetto al mese precedente.

Guardando ai principali rivali di IE, i dati parrebbero confermare che la crescita di Chrome sia soprattutto ai danni di Internet Explorer, e non tanto di Firefox.

Internet Explorer, dal canto proprio, ha perso circa lo 0.7% rispetto al mese precedente. Chi si aspettava una caduta vertiginosa a causa della "schermata di scelta" rimane quindi deluso: il provvedimento voluto dall'UE non pare essere stato particolarmente risolutivo nello smuovere il settore.

Safari è rimasto stabile (+0.07%), mentre Opera, nonostante l'eccellente versione 10.50 (ora disponibile anche per Mac e Linux), ha lasciato sul campo qualche centesimo di punto.

Classifiche aggiornate

La classifica aggioranta propone quindi:

  • Internet Explorer: 59.95%
  • Firefox: 24.59%
  • Chrome: 6.73%
  • Safari: 4.72%
  • Opera: 2.30%

Per quanto riguarda le singole versioni, troviamo:

  • Internet Explorer 8: 24.66% (a cui deve però essere sommato un ulteriore 3% dato dalla modalità compatibile con le release più datate)
  • Internet Explorer 6.0: 17.58%
  • Firefox 3.6: 15.33%
  • Internet Explorer 7: 12.50%
  • Firefox 3.5: 5.8%
  • Chrome 4.1: 5.34%
  • Safari 4.0: 3.86%
  • Firefox 3.0: 2.75%
  • Opera 10.x: 1.79%

Come forse si ricorderà, Internet Explorer 8 ha superato come diffusione la pericolosissima versione 6 ad inizio anno.

La situazione su MegaLab.it

Su MegaLab.it, sito dedicato ad un pubblico di appassionati di tecnologia più propensi ad abbracciare le ultime novità, la situazione è sostanzialmente differente, ma conferma comunque il trend generale

MLIShot_2.jpg

Firefox si mantiene saldamente in testa, mentre Internet Explorer scende velocemente tallonato da Chrome.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.39 sec.
    •  | Utenti conn.: 145
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.2