Punto informatico Network

Canali
20080829223531

È arrivato Windows Vista Service Pack 1

17/04/2008
- A cura di
Zane.
Mondo Windows - Il primo service pack per Windows Vista è finalmente disponibile in forma ufficiale, anche per il grande pubblico. Quali novità presenta? Sono state davvero migliorate le prestazioni? Cosa succederà alle versioni crackate? L'installazione può creare problemi? Considerazioni ed analisi della nostra prova su strada.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 527 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Finalmente ci siamo. Dopo mesi di indiscrezioni, voci di corridoio e versioni preliminari, Microsoft ha reso disponibile il primo Service Pack per Windows Vista, quello stesso sistema operativo che tanto sta facendo parlare di sé (sia nel bene che nel male).

Ma cosa è lecito attendersi da questo corposo aggiornamento? Ho installato sulla mia macchina di produzione il maxi-update, intenzionato a toccare con mano i miglioramenti e le novità proposte da un Service Pack che ha un importanza critica per Microsoft: riscattare Windows Vista da una nomea di inaffidabilità e lentezza che il prodotto si è guadagnato nell'anno e mezzo di presenza sugli scaffali e che, comunque la si voglia analizzare, ne sta sicuramente rallentando la penetrazione negli ambienti professionali.

Ma non era uscito il mese scorso?

È sorta una discreta confusione attorno alle modalità di rilascio di questo Service Pack.

In primo luogo, la versione preliminare "Release Candidate 2" (RC2) è stata giudicata idonea a divenire la build definitiva (RTM) senza ulteriori modifiche. Per cui, di fatto, RC2 e RTM coincidono. Tutti i beta tester che avessero già installato RC2 dispongono quindi della versione definitiva.

Il 14 febbraio 2008, Microsoft ha annunciato di aver ultimato lo sviluppo del pacco. Per prevenire possibili problemi causati da una ristretta cerchia di driver incompatibili, l'azienda ha scelto però di posticiparne la disponibilità pubblica, concedendo il Service Pack solamente agli abbonati MSDN, Technet e pochi altri partner selezionati. Qualcuno di questi tuttavia, ha pensato bene di inserire l'aggiornamento nei circuiti di peer-to-peer e rendere così il Service Pack per Windows Vista disponibile a tutti prima del tempo, in barba agli accordi di licenza.

Solo il 18 marzo è arrivata la disponibilità pubblica ufficiale, con download diretto da www.microsoft.com.

Sebbene nei fatti si stia parlando sempre degli stessi byte, questo articolo è basato sul Service Pack rilasciato in forma ufficiale.

Quale build?

La confusione generata da questa insolita modalità di distribuzione ha generato un certo dibattito anche su quale fosse la build definitiva del Service Pack in versione RTM.

Ebbene, la versione finale del Service Pack è 6.0.6001.17028, come facilmente verificabile accedendo alle proprietà dell'installazione off-line

SP1_build_definitiva.jpg

Una volta installato, la versione del sistema operativo sarà aggiornata alla 6.0.6001.18000

Win_vista_SP1_build.jpg

Si tratta comunque di due numeri con significato differente: 6.0.6001.17028 è la versione del Service Pack, mentre 6.0.6001.18000 è il numero di build che riporta il sistema operativo dopo l'aggiornamento.

Tutto chiaro, no?

Come ottenere il Service Pack

Windows Vista Service Pack 1 è disponibile a partire dal 19 marzo 2008 per il download gratuito, senza vincoli di registrazione o controllo di autenticità di sorta.

In questa fase però, non tutte le lingue sono ancora supportate: in dettaglio, la lista include la versione inglese e le localizzazioni in francese, tedesco, giapponese e spagnolo. Manca quindi l'italiano, che comunque dovrebbe arrivare verso la metà di aprile.

Microsoft ha rilasciato anche la versione localizzata in italiano del pacco. Il nuovo file, denominato Windows6.0-KB936330-X86-wave1.exe, sostituisce in toto la versione precedente, e come tale può essere utilizzato per aggiornare Windows Vista in una qualsiasi delle lingue in cui è stato distribuito.

Al solito, il paccone è disponibile via Windows Update oppure nel consueto eseguibile per l'installazione off-line: se nel primo caso si tratta di un aggiornamento incrementale, e quindi le dimensioni variano a seconda di quali aggiornamenti non siano già presenti, l'installer off-line comprende tutto il necessario per aggiornare più copie di Windows Vista senza dover ricorrere ogni volta alla connessione ad Internet.

Nel primo caso, Microsoft parla di circa 65 MB in caso di elaboratori aggiornati periodicamente mediante Windows Update, mentre sono 450 i megabyte necessari per contenere l'installazione off-line nelle 5 lingue primarie (saranno 550 MB invece per la versione a 36 lingue comprensiva di italiano).

La versione multilingua, italiano compreso, occupa 544.3 MB

La distribuzione via Aggiornamenti Automatici non sarà effettiva prima della metà di aprile 2008.

Come da programmi, Microsoft ha iniziato a distribuire il Service Pack mediante Windows Update, che verrà quindi installato automaticamente nel giro di alcune settimane al più a tutti gli utenti che avessero conservato le impostazioni di default per Aggiornamenti Automatici

Nel frattempo, Microsoft mette già a disposizione il consueto Windows Service Pack Blocker Tool: si tratta dello strumento che, una volta installato sul sistema, previene l'installazione automatica del Service Pack per i 12 mesi che seguono la disponibilità pubblica.

La versione DVD "in scatola" di Windows Vista già aggiornato a Service Pack 1 raggiungerà gli scaffali italiani ufficialmente verso la fine di maggio, così come i nuovi PC con sistema operativo pre-installato. In realtà invece, sarà necessario attendere i mesi centrali dell'estate perché vengano esaurite o sostituite le scorte di magazzino, effettuate le consegne e aggiornati i prodotti in esposizione. Raccomando a chiunque stessa valutando l'acquisto di accertarsi di comprare Windows Vista con Service Pack 1 già integrato, o di attendere ancora qualche mese in caso di indisponibilità del prodotto.

Un Service Pack unico per tutte le edizioni

Il file di installazione off-line è indipendente dall'edizione: un unico pacco permetterà di aggiornare Starter, Home Basic, Home Premium, Business, Enterprise, ed Ultimate.

Sono invece distinti gli installatori per le versioni a 32 oppure 64 bit, come separati sono anche gli eseguibili per aggiornare le versioni in inglese ed in italiano.

Una semplice raccolta di aggiornamenti

Chi si aspettasse cambiamenti radicali come quelli introdotti a suo tempo da Windows XP Service Pack 2 rimarrà sicuramente deluso (o "sollevato", a seconda dei punti di vista).

Come Microsoft ha avuto modo di chiarire in più occasioni, l'importanza dei Service Pack va riducendosi sempre più, in favore di singoli aggiornamenti distribuiti mediante il sempre-più-centrale Windows Update. Come diretta conseguenza, il primo Service Pack per Windows Vista non è utilizzato per veicolare nuove funzionalità, ma piuttosto per introdurre migliorìe a quanto già proposto.

L'ammontare di novità è inoltre inversamente proporzionale alla fedeltà con cui si sono installati i vari aggiornamenti proposti da Windows Update: in altre parole, il pacco proporrà meno novità in caso si fossero installati gli hotifx mano a mano che si rendevano disponibili.

In realtà qualcosina di nuovo c'è comunque, ma si tratta sicuramente di ritocchi, piccole modifiche, e supporto a nuove tecnologie, piuttosto che vere e proprie "nuove funzionalità".

Pagina successiva
Installazione

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.48 sec.
    •  | Utenti conn.: 99
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.29