Punto informatico Network

20080829220851

Firefox 3 arriva allo stadio di beta 2

27/12/2007
- A cura di
Archivio - Come promesso, Mozilla rilascia la seconda versione provvisoria del suo browser open source giusto in tempo per la fine del 2007. Tante le migliorie e i bugfix per una beta che già dimostra di possedere una notevole maturità complessiva.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

firefox (1) , beta (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 238 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

01_-_Firefox_3_Beta_2_-_about.jpgLa timeline di Mozilla Firefox 3, l'edizione "next-gen" di uno dei migliori browser web in circolazione, procede sicura e senza intoppi: dopo l'uscita della prima beta, la casa del pandino ha da pochi giorni distribuito la beta numero due. Lungi dall'essere un semplice aggiornamento di poco conto, la nuova build di Firefox porta in dote una quantità davvero notevole di nuove caratteristiche, aggiornamenti e ripulite al codice di base che nel complesso permettono sin da ora di toccare con mano quella che sarà la versione definitiva del browser web di prossima generazione.

Potenziata come noto dall'ultima versione del motore di rendering sviluppato internamente da Mozilla, Gecko 1.9, Firefox 3 Beta 2 offre ben 900 bugfix rispetto alla prima beta, un terzo dei quali dedicato alla correzione dei ben noti problemi di "memory leak" che affliggono il browser.

La ripulita generale che è stata data al codice - operazione resa possibile dall'implementazione delle nuove tecnologie software impiegate - migliora notevolmente la stabilità e la velocità del programma, che offre da questo punto di vista un balzo prestazionale notevole rispetto alla beta 1: con la beta 2 Firefox 3 sembra abbia guadagnato parecchi punti in quanto a velocità di caricamento delle pagine web, soprattutto con quei siti come Digg.com che fanno un uso intensivo di script e codice Javascript.

Tra le tante caratteristiche aggiuntive è d'obbligo segnalare una barra degli indirizzi ridisegnata e pensata per servire al meglio le abitudini di navigazione dell'utente, che ora potrà digitare indistintamente porzioni di testo dell'URL, del sito o del titolo della pagina desiderata per raggiungere più velocemente la destinazione. Il download manager continua ad essere oggetto di una pesante riscrittura, e già ora permette di ripristinare i download incompleti tra una sessione e l'altra o di fare ricerche tra i vari download.

Lo stile visivo dell'interfaccia, che secondo i piani dovrebbe alla fine fare sfoggio di temi diversi e specifici per ogni sistema operativo, da questa beta può contare sul supporto migliorato al mondo Linux, con l'integrazione delle icone del desktop GNOME e delle librerie GTK. Migliorie anche per "Places", la funzionalità che andrà a sostituire i Preferiti di Firefox 2 con nuovi strumenti di salvataggio e gestione dei siti preferiti.

Per quanto riguarda le funzionalità che meno saltano all'occhio, Firefox 3 Beta 2 contiene integrazioni sul versante della sicurezza - con il supporto dell'antivirus nel download manager, ad esempio - sulla semplicità di utilizzo, la personalizzazione e tanto altro. La lista completa delle novità della beta 2 sono disponibili nelle note di release specifiche ospitate sul portale Mozilla.

02_-_Firefox_3_Beta_2_-_URL_bar.jpg

Per quanti volessero invece tastare in prima persona la nuova incarnazione del pandino, la pagina contenente i download diretti alle versioni specifiche per il proprio sistema operativo - disponibili in più di 25 lingue italiano compreso - è disponibile a questo indirizzo. Tali versioni vanno ad ogni modo installate sul sistema, risultando potenzialmente problematiche da gestire per quanti già usino correntemente Firefox 2 sul proprio sistema.

Questi ultimi possono ad ogni modo fare affidamento su una soluzione alternativa, nelle vesti dell'edizione "portatile" della nuova beta. Mozilla Firefox, Portable Edition 3 Beta 2 permette infatti di testare il nuovo browser senza intaccare l'installazione preesistente, lavorando come una applicazione autonoma che non necessita di installazione né di file di configurazione da sparpagliare sul disco, e una volta chiusa non lascia tracce di se o dei percorsi di navigazione dell'utente.

Usando un tweak particolare è persino possibile adoperare la portable edition della beta 2 in congiunzione con Firefox 2, avendo in pratica aperte in contemporanea su schermo le due finestre dei due diversi Firefox. Il trucco consiste nel copiare il file FirefoxPortable.ini, contenuto nella sottocartella .OtherSource della portable edition appena scompattata sul disco, nella cartella principale della suddetta contenente il file di avvio dell'applicazione FirefoxPortable.exe. Basterà poi modificare la condizione AllowMultipleInstances contenuta nel file di configurazione .ini indicato, sostituendo il valore "false" con "true", e salvare infine il file per rendere il tweak pienamente operativo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.35 sec.
    •  | Utenti conn.: 91
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.23