Punto informatico Network
20090114085906_1745640015_20090114085829_175867701_107.thm.jpg

NVIDIA rilascia i driver 319.12 Beta per Linux: aggiunto il supporto iniziale ad Optimus

11/04/2013
- A cura di
Linux & Open Source - Finalmente NVIDIA ha aggiunto ai driver ufficiali per Linux il supporto alla tecnologia Optimus: grazie ai nuovi 319.12 Beta sarà possibile usare il Pinguino anche sui portatili dotati di questa tecnologia, senza bisogno di usare l'implementazione open source Bumblebee.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

linux (1) , driver (1) , supporto (1) , nvidia (1) , beta (1) , optimus (1) , nvidia optimus (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 6 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Alcuni mesi fa vi avevamo parlato di alcune indiscrezioni secondo cui NVIDIA stesse lavorando al supporto ufficiale per Optimus, tecnologia proprietaria della casa americana che consente di gestire la scheda video integrata Intel e quella esterna NVIDIA al meglio per il risparmio energetico, sui suoi driver ufficiali per Linux.

Infatti fino ad oggi sul Pinguino l'unico modo per utilizzare tale tecnologia era quello di ricorrere ad un tool non ufficiale, Bumblebee, il quale si occupava di gestire lo switch tra le due schede grafiche in base ai comandi fornitegli dall'utente, in maniera quindi comunque molto meno efficiente rispetto a Windows, dove è gestito in maniera automatica.

Ma da oggi non sarà più necessario: infatti NVIDIA ha rilasciato i nuovi driver 319.12, attualmente in Beta, i quali aggiungono proprio il supporto ufficiale alla tecnologia Optimus su Linux.

Nvidia319.png

Tramite infatti il NVIDIA X Server Settings, il modulo di configurazione del driver ufficiale, sarà possibile accedere ad una nuova scheda la quale ci permetterà d'impostare le regole d'esecuzione dei vari software installati sul sistema, scegliendo se avviarli con la scheda dedicata o con l'integrata.

Nvidia319optimus.png

C'è da ammettere che il processo di sviluppo per ottenere finalmente questa funzionalità è stato piuttosto travagliato: infatti inizialmente NVIDIA aveva provato ad ovviare al problema proponendo una serie di patch da includere nel kernel Linux in modo da permettere la gestione delle due schede video, le quali però per via della licenza proprietaria che possedevano sono state rifiutate dalla Linux Foundation.

A quel punto tutto sembrava perduto, finchè non è stato rilasciato il nuovo sistema RandR 1.4 sviluppato da Red Hat, il quale permette la gestione avanzata delle sorgenti video, proprio ciò di cui NVIDIA aveva bisogno. Così facendo, l'inclusione del supporto Optimus è stata solo una semplice conseguenza.

Al momento si tratta però solo di una funzionalità parziale, in quanto deve ancora essere attivata manualmente dall'utente e non in automatico come avviene su Windows, nonostante ciò si può essere già soddisfatti in quanto permette una gestione migliore rispetto a quella con Bumblebee. Nelle prossime release comunque verrà aggiunto il supporto all'automazione di Optimus.

Inoltre è necessario sostituire l'xorg.conf di default con uno apposito, presente nel file README dei driver.

NVIDIA 319.12 porta anche una serie di patch e modifiche importanti al driver, tra cui alcune correzioni per il supporto UEFI, miglioramenti per il debugging OpenGL, un nuovo modulo di gestione del decoding della GPU incluso nel pannello di configurazione ed il supporto per la scheda video GTX 650 Ti BOOST.

I nuovi driver possono essere scaricati da questa pagina per i sistemi a 32 bit e questa per i 64 bit, per tutti gli utenti Ubuntu dalla 11.10 in poi (compresa la 13.04 attualmente in Beta) è disponibile il ppa xorg-edgers installabile tramite questi comandi da terminale:

Per usare le funzionalità Optimus è necessario aver installato sul sistema il server grafico X.org 1.13 e superiori. Inoltre, è necessario installare una versione moderna del kernel Linux, sicuramente di più rispetto a quelle presenti in Ubuntu 12.04 (3.2) e 12.10 (3.4). Non è chiaro se l'ultima serie stabile, la 3.8 (presente tra l'altro in Ubuntu 13.04), sia sufficiente, oppure se sia necessario optare per l'ultima release in sviluppo, la 3.9.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.15 sec.
    •  | Utenti conn.: 11
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0