Punto informatico Network

20080829220851

Interfacce integrate per Firefox 3

25/10/2007
- A cura di
Zane.
Archivio - Il look della prossima versione di Firefox verrà profondamente influenzato dal sistema operativo sul quale è in esecuzione.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

firefox (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 257 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Alex Faaborg, User Experience Design per il gruppo Mozilla, ha annunciato interessanti modifiche all'aspetto del futuro Firefox 3.0.

Pare infatti che il gruppo sia al lavoro per realizzare interfacce grafiche più integrate con il sistema operativo sottostante. Ecco quindi che Firefox 3.0 mostrerà la caratteristica barra degli strumenti Vista-style se in esecuzione sul nuovo sistema operativo Microsoft, abbinato alle stesse icone di sistema.

Ff3_vista_page_550x377.jpg

Mentre proporrà l'elegante look'n'feel argenteo se abbinato all'imminente Mac OS X "Leopard".

OsxTheme.jpg

Non verrà dimenticato chiaramente il difussissimo Windows XP, con una interfaccia utente appositamente studiata.

Si parla anche di Linux, ma in questo caso la differenze grafiche fra le varie distribuzioni (Ubuntu, Redhat Suse e via dicendo, ognuna con GNOME o KDE) si sta rivelando un ostacolo, e il team di programmatori conta quindi di dedicarsi a Linux solo in un secondo momento.

Altre immagini sono disponibili sul forum di WinMatrix e nel post dello stesso Faaborg. Per gustare invece le migliorie grafiche sui propri sistemi, sarà necessario attendere fino ai primi mesi del 2008, periodo previsto per la disponibilità pubblica di Firefox 3.

L'opinione

Apple ha iniziato, con Mac OS X, un nuovo corso nell'informatica. Non solo il sistema deve funzionare, ma deve anche essere esteticamente gradevole: in coda a questa tendenza, ecco arrivare anche Microsoft con il suo Windows Vista.

In un momento in cui si dedica molta attenzione anche all'estetica del sistema operativo, un'interfaccia utente il cui look è omogeneo con il resto è una scelta dovuta, se non altro per evitare l'effetto "sembra-un-programma-per-Windows-95" che ancora assale chiunque veda Firefox in esecuzione a fianco di un notevolmente più moderno Internet Explorer 7 o Safari.

È anche vero però che mantenere il programma indipendente dal sistema operativo consente di muoversi più agevolmente tra una piattaforma e l'altra. Basta imparare a padroneggiare Firefox sotto Windows per saperlo usare anche sotto Linux, tanto per dirne una, ed ecco che il passaggio è meno traumatico.

Ma c'è poco da fare: se Firefox vuole davvero continuare a guadagnare consensi, la via "modaiola" è sicuramente quella giusta, con buona pace dei "duri e puri" delle interfacce essenziali.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.29 sec.
    •  | Utenti conn.: 88
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.14