Punto informatico Network
20121022184318_1857250003_20121022184255_105806120_samsung-i9300-galaxy-s-iii-s3-16-GB-blu.jpg

Smartphone low-cost con performance da iPhone: in arrivo i device con Firefox OS a 100€ (o meno)

27/02/2013
- A cura di
Telefonia & Palmari - Ultra-risparmio e prestazioni da super-telefonino: da oggi è realtà, grazie ad hardware ridotti fortemente ottimizzati con la piattaforma mobile open di Mozilla.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

firefox (1) , smartphone (1) , iphone (1) , low-cost (1) , telefonino (1) , android (1) , firefox os (1) , smartphone android (1) , risparmio (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 4 voti
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

I migliori smartphone in circolazione, quelli con hardware da paura e design alla moda, difficilmente si adattano al periodo economico che l'intero pianeta sta attraversando, e difficilmente sono accessibili ad una grande vastità di pubblico senza offerte degli operatori o (peggio) senza chiedere prestiti.

Chi più spende, più prende: questo vecchio proverbio si adatta (va) benissimo al mondo degli smartphone.

I tale ottica gli smartphone con i prezzi più accessibili (100 €-200 €) difficilmente (anzi, praticamente mai) offrono performance al livello degli smartphone di livello superiore: vuoi la scarsa ottimizzazione dei sistemi operativi più diffusi (Android), o la presenza di smartphone con software obsoleto (Symbian e altri OS proprietari), possiamo riscontrare in tale fascia solo smartphone "elefanti": rallentamenti frequenti, problemi di autonomia e di surriscaldamento e, in generale, scarse performance su tutti i fronti.

Danneggiato-cellulare.jpg

La comparsa di hardware di assoluto livello (paragonabile all'hardware per PC) ha ingrandito questa forbice prestazionale tra i device low-cost e i dispositivi high-end

Confronto-scheda-tecnica.jpg

Con queste premesse, non avevamo nessuna speranza di poter ritrovare almeno una parte della fluidità e della velocità di esecuzione di un SIII o di un iPhone spendendo meno di 200 €.

Ma a cambiare le carte in tavola ci penserà Firefox OS, il nuovo sistema mobile firmato Mozilla.

Uno dei partner di Mozilla, ZTE, presenterà al prossimo MWC a Barcellona il primo smartphone low-cost con prestazioni e fluidità mai visti prima su hardware ridottissimo.

Il prodotto prenderà il nome di ZTE Open.

Ecco l'immagine di presentazione del prodotto che verrà esposta alla fiera

Zte.jpg

Nello specifico:

  • SoC Qualcomm Snapdragon con CPU ARM Cortex-A5 a 800 MHz
  • GPU Adeno 200
  • 256 MB di RAM
  • 512 MB di memoria interna
  • Display da 3.5 pollici con risoluzione HVGA
  • Touchscreen capacitivo
  • Fotocamera posteriore da 3.2 megapixel
  • Wi-Fi 802.11a/b/g/n, Bluetooth 2.1 + EDR, GPS, FM Radio
  • Batteria da 1.200 mAh

Con tale hardware sicuramente vi scapperà una risata, visto che tale "roba" non si vede in giro su Android da almeno 2 anni, e quei pochi modelli ancora in circolazione sono appunto degli "elefanti".

Ma l'abito non fa il monaco, detta un altro famoso proverbio: il sistema operativo utilizzato, Firefox OS, sarà ottimizzato fino all'inverosimile per questo specifico hardware, così da tirar fuori tutto il suo potenziale.

Un abito cucito su misura, che calza a pennello sull'hardware (ai nostri occhi molto scarso).

Il kernel Linux dentro Firefox OS è stato ridotto all'osso con pochissimi moduli, lo stretto necessario per l'hardware del dispositivo.

L'interfaccia grafica (Gaia) sarà ultra leggera e performante, anche grazie a Gecko (il motore di rendering tipico dei prodotti Mozilla) e a Gonk, che fornisce un'ottima astrazione dell'hardware (HAL).

A questo aggiungiamo che tutto il software preinstallato e compatibile utilizzerà HTML5 e le Open Web API, che a detta dei produttori saranno fino al 70% più veloci dei software realizzati con altro codice (C++ e C# su tutti).

Ancora non è stato presentato ufficialmente il dispositivo, ma le premesse per un buon successo (o almeno per un discreto interesse) ci sono tutti: rischiamo di rimanere di stucco davanti ad un device che si avvia in metà del tempo di device di fascia altissima, e batte in prestazioni anche smartphone di 700-800 €.

E rullo di tamburi: fino a 4 giorni di autonomia con il Wi-Fi e 3G sempre accesi!

Il device presenterà una velocità di esecuzione di codice 150 volte superiore rispetto ad altri prodotti low-cost, il tutto senza impuntamenti o freeze improvvisi.

Firefox-os-phone-zte-0.jpg

Con tale hardware è difficile lanciare il prodotto con prezzi superiori ai 100 €, ci sono buonissime probabilità di avere tale device a 70-80 €.

NOTA BENE: tali cifre e dati non sono ancora confermati, bisogna attendere l'uscita del dispositivo e le conferme ufficiali.

Bisogna dire che non tutti i produttori sono convinti delle bontà del sistema operativo di Mozilla, anche se la natura open del sistema attira nuovi produttori insospettabili (Sony).

Non resta che attendere la presentazione ufficiale dei prodotti.

A questo punto sorgono alcune domande sulla natura degli OS mobile:

Su altre piattaforme, per ottenere buone performance, è necessario avere CPU multi-core e tantissima RAM di sistema, altrimenti si "pianta tutto".

Arriva questo dispositivo ultra-economico, con hardware irrisorio, e promette di "fare la pelliccia" a device più modaioli e blasonati.

Allora è tutta una questione di codice?

Se le voci si confermeranno veritiere, possiamo dire che Android, ma anche altri OS (Windows Phone e iOS), non sono ben ottimizzati, con codice così mal ottimizzato da necessitare di un hardware di grande impatto per offrire performance apprezzabili.

Possiamo solo immaginare cosa potrà offrire Firefox OS su dual-core e 2GB di RAM, ma vien da sé che tale sistema operativo avrà maggiore fortuna se offrirà i suoi vantaggi su device con prezzi accessibili a tutti.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.26 sec.
    •  | Utenti conn.: 23
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0.1