Punto informatico Network

Contenuto Default

StarForce continua a perdere pezzi

10/06/2006
- A cura di
Archivio - La vituperata e nefasta protezione DRM continua a perdere clienti. Ancora una volta hanno vinto gli utenti, e la loro legittima richiesta di non vedersi installato, assieme ad un gioco regolarmente acquistato, anche un malware che rende instabile il sistema..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

starforce (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 159 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Continua la caduta nel dimenticatoio del peggior software mai scritto la protezione da copia StarForce, che arriva Russia con furore a trasformare i nostri preziosi masterizzatori DVD in pezzi di ferraglia inutilizzabile. Dopo il caso eclatante di Ubisoft segnalato l'Aprile scorso (rif. Ubisoft abbandona StarForce), un nuovo publisher fa dietro front e annuncia l'abbandono della protezione per i videogame di prossima pubblicazione.

01_-_CD_Protection.jpgCDV Software Entertainment AG, publisher tedesco specializzato in titoli strategici per Personal Computer, ha annunciato che, in seguito alle ripetute e insistenti richieste dei suoi clienti, ha deciso di non utilizzare la protezione russa come misura anti-pirateria inclusa sui titoli commercializzati in futuro. In particolare, le proteste sono state originate dalla protezione inclusa nel demo di City Life, gestionale sviluppato dalla software house Monte Cristo, e nella versione retail di Ubersoldier, sparatutto in prima persona prodotto da Burut Software.

StarForce, lo ricordiamo, è da tempo sotto i riflettori per il suo modo di operare a basso livello, installando driver nascosti sul sistema che provocano malfunzionamenti o addirittura guasti ai dispositivi ottici collegati al PC (per approfondimenti rimandiamo alla news precedentemente indicata). Un vero e proprio malware, come è ormai considerata da molti, che di contrasto non ha certo bloccato la circolazione di copie pirata del software protetto.

CDV, ad ogni modo, ha altresì comunicato che per i suoi prossimi titoli utilizzerà il sistema TAGES, protezione si spera meno invasiva e pericolosa per gli utenti e i dispositivi, che verrà usata a cominciare dal titolo Glory of the Roman Empire, in uscita nel mese di Giugno.

La follia da DRM continua ad imperversare. Ora basta installare un semplice dimostrativo di un gioco per trovarsi il sistema compromesso da vulnerabilità e instabilità assortite. Continua l'ottuso comportamento protezionistico dei produttori, apparentemente incapaci di rendersi conto del semplice fatto che le protezioni anticopia sono il problema, non certo la soluzione ai mali dell'industria dell'intrattenimento. Solo quando cominciano a perdere soldi, le aziende di settore sembrano risvegliarsi dal torpore e agire nel reale interesse dei propri acquirenti.

Demenza per demenza, StarForce ha da poco ottenuto la certificazione Microsoft "Designed for Windows XP", a ulteriore dimostrazione del fatto che le limitazioni di utilizzo del software e dei contenuti multimediali sono l'unica cosa che sta veramente a cuore alle Big Corporation, tutte particolarmente attive nella costruzione, pezzo per pezzo, di quel mondo asettico che dovrebbe infine proteggerci da ogni male che va sotto il nome di Palladium. Che, a ben vedere, non è altro che un gigantesco malware che ha a prescindere il controllo del sistema, lavorando in maniera trasparente alle spalle dell'utente, nell'interesse delle aziende e non certo in quello del legittimo possessore del sistema.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.25 sec.
    •  | Utenti conn.: 119
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.12