Punto informatico Network

20110323161741_1554681743_20110323161738_802352298_Chromenewicon.png

Chrome Frame spodesta Trident... senza privilegi amministrativi

23/06/2011
- A cura di
Zane.
Internet - Il plug-in che sostituisce il motore di Internet Explorer con quello di Google Chrome è installabile anche con privilegi ridotti. L'incubo per gli amministratori di sistema è iniziato?

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

chrome (1) , trident (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 6 voti

Lanciato pubblicamente a settembre 2009, Chrome Frame è un plug-in che consente di soppiantare il motore di rendering di Internet Explorer, noto come Trident, e il relativo interprete Javascript con gli stessi Webkit e V8 che sospingono Google Chrome. Il risultato è un programma "ibrido", pressoché identico al navigatore di sistema nell'aspetto ma dotato di codice differente nelle fondamenta.

Fino ad ora, il programma richiedeva privilegi di amministratore per poter essere installato. Contestualmente all'ultimo update, Google ha deciso di strizzare l'occhio a tutti coloro che siano costretti a lavorare con account de-privilegiati.

Con il più recente aggiornamento della build presente nel canale di sviluppo (presto in arrivo su quello stabile), Chrome Frame è, infatti, installabile anche da coloro che non dispongano dell'accesso incondizionato al computer, spalancando così le porte del prodotto anche al pubblico aziendale ed a tutti coloro che siano interessati ad utilizzare il software in condizioni particolari

L'impressionante risultato è stato ottenuto progettando un processo ausiliario che si occupa di iniettare "al volo" il codice vero e proprio all'interno di Internet Explorer.

I responsabili rassicurano i più attenti alle performance: nonostante il task rimanga in esecuzione permanente, il consumo di risorse dovrebbe essere pressoché nullo.

La novità farà sicuramente la gioia degli impiegati interessati ad accedere al web con un software più moderno (Internet Explorer 9 non è disponibile per Windows XP, ad esempio) ma che non potessero ricorrere all'installazione completa del programma a causa di politiche aziendali considerate troppo restrittive.

Ciò nonostante, è comunque ancora indispensabile che gli sviluppatori web abilitino esplicitamente l'uso del software all'interno delle proprie pagine, inserendo l'apposito tag HTML

<meta http-equiv="X-UA-Compatible" content="chrome=1" />

Ad ogni modo: la caduta del requisito legato ai privilegi causerà qualche grattacapo agli amministratori di sistema, che avranno ora un problema in più (oltre alle varie edizioni "portable") nell'evitare l'uso di software non indispensabile alle attività produttive.

Il plug-in aggiornato può essere scaricato liberamente da qui.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.43 sec.
    •  | Utenti conn.: 81
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.26