Punto informatico Network

20081228221852_1774516428_20081228221823_2058387421_Untitled.png

Il "downgrade" a Windows XP è possibile... ma non fino al 2020

15/07/2010
- A cura di
Zane.
Mondo Windows - Microsoft corregge il tiro e corteggia le aziende: gli acquirenti di Windows 7 Professional e Ultimate rimarranno liberi di effettuare il downgrade a Windows XP ancora per molti anni. Ma attenzione: tale opzione rimarrà valida fino al 2015 al più e, comunque, il supporto ufficiale per la vecchia piattaforma verrà interrotto ad aprile 2014.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows xp (1) , windows (1) , xp (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 6 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Contestualmente all'annuncio di Windows 7 SP1 beta, Microsoft ha comunicato un'importante variazione ai piani inerenti Windows XP.

Inizialmente, il gruppo aveva in programma di precludere il diritto di downgrade a Windows XP 18 mesi dopo la disponibilità di Windows 7 (ovvero ad aprile 2011) oppure dopo la pubblicazione di Windows 7 SP1 in veste finale: si sarebbe rispettata quella delle due che fosse giunta prima.

Ora però, il colosso ha esteso tale libertà "per tutta la durata del ciclo di vita di Windows 7".

Come noto, l'opzione di downgrade consente di acquistare una licenza OEM (ovvero "preinstallata") del sistema operativo Microsoft più recente e quindi rimuovere il software in favore di una delle due iterazioni precedenti. Tale opportunità, come è ovvio, è principalmente richiesta dal pubblico aziendale che, per esigenze legate all'adattamento dei cicli di manutenzione o alla compatibilità con taluni applicativi o periferiche molto datate, abbia la necessità di ritardare il più possibile l'aggiornamento del sistema operativo pur dovendo fronteggiare, di quando in quando, la sostituzione dell'hardware.

Il diritto di downgrade è garantito solo per le edizioni "Ultimate" e "Professional" (vi è invero anche la "Enterprise" ma, poiché tale declinazione è in vendita solamente con contratti di licenza "a volume", il messaggio non ne fa esplicita menzione) e consentono, rispettivamente, di passare a Windows Vista Ultimate, Windows Vista Business o Windows XP Professional.

L'interpretazione errata: downgrade possibile fino al 2020

La notizia è stata rielaborata da Computer World, rapidamente ripreso da testate di tutto il mondo, e posta come se Microsoft avesse improvvisamente scelto di estendere la disponibilità di Windows XP sino al 2020.

In realtà, come puntualizzato dapprima dal giornalista Ed Bott ed in seguito da Microsoft stessa, tale interpretazione è errata per diversi motivi.

È il "2015", al più

Innanzitutto, la data di scadenza del ciclo di supporto esteso per Windows XP rimasta fissata all'8 aprile 2014: questo significa che, chiunque volesse ostinarsi ad utilizzare tale piattaforma negli anni successivi, si troverà completamente esposto a qualsiasi problema di sicurezza rintracciato, poiché Microsoft interromperà anche lo sviluppo delle patch di sicurezza. La situazione, insomma, sarà del tutto analoga a quella in cui si trovano dal 2006 gli utenti di Windows 95/98/Me e da pochi giorni quelli di Windows 2000.

Ad ogni modo, vi è un ulteriore dettaglio che stronca ogni dubbio in merito. Il diritto di downgrade consente di passare ad una delle ultime due versioni precedenti, a patto però di aver già acquistato una licenza valida per il sistema operativo corrente.

Poiché la commercializzazione di Windows 7 nel canale OEM sarà interrotta due anni dopo la prossima versione di Windows, appare evidente che la possibilità di passare a Windows XP con questa tecnica dovrebbe essere garantita non oltre il 2014-2015: nel 2012-2013 è infatti atteso Windows 8, i cui diritti di downgrade consentiranno di passare unicamente a Windows Vista o Windows 7.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.4 sec.
    •  | Utenti conn.: 81
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.29