Punto informatico Network
Canali
CD, DVD, supporto, disco, software, audio, audio CD, musica

Come montare un filesystem ISO in GNU/Linux

15/01/2010
- A cura di
Linux & Open Source - Se volete essere sicuri delle vostre immagini ISO e avete un sistema operativo GNU/Linux, questo articolo può essere quello che fa per voi. Pochi semplici comandi testuali per verificare i filesystem ISO che avete creato con utility come mkisofs. E se non vi soddisfano li potete sempre ricreare, partendo dalle directory originarie, permettendovi di risparmiare CD o DVD.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

iso (1) , filesystem (1) , gnu/linux (1) , virtual drive (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 94 voti

Verificare i contenuti dell'immagine ISO

Nell'esempio in figura abbiamo montato l'immagine feather-0.7.5.iso nel mountpoint /mnt/hd/1. Possiamo ora fare tutto quello che solitamente facciamo con un disco CD o DVD inserito nell'unità, ovviamente in sola lettura. Qualsiasi tentativo di scrittura, sovrascrittura o modifica di dati all'interno dell'immagine darà un errore di Read-only filesystem.

Leggiamo quindi i contenuti del file ISO appena montato con ls:

Isomount_03.png

Possiamo inoltre leggere le specifiche di montaggio nel file /proc/mounts con il comando cat /proc/mounts:

Loopback.png

L'ultima riga della figura identifica il nostro mount di loopback, visto dal kernel. Da questa riga sappiamo le seguenti cose:

  • la periferica di loop utilizzata è /dev/loop/2, link simbolico a /dev/loop2;
  • il mountpoint è /mnt/hd/1;
  • il filesystem montato è iso9660;
  • tra le opzioni c'è ro, che dice che il filesystem è montato in sola lettura.

Come smontare

Smontare il file è semplice, è sufficiente lanciare il comando seguente:

umount <mountpoint>

Dove <mountpoint> è il percorso di mount del file ISO. Assicuriamoci che il mountpoint non sia aperto in lettura o in scrittura, ovvero che nessun utente o nessun terminale abbia il mountpoint /mnt/hd/1 o una qualsiasi sottodirectory o un qualsiasi file interno all'immagine aperto in lettura o scrittura. Dovremo quindi risalire di almeno una directory o recarci in una cartella indipendente da essa, come ad esempio /mnt/hd, / o /home.

Nota: ovviamente la scrittura non si applica ai filesystem ISO o ad altri filesystem di sola lettura come squashfs, cramfs o romfs.

In conclusione: le potenzialità del loopback

Usando il loopback è possibile montare non solo filesystem ISO, ma qualsiasi tipo di filesystem che risieda in file, specificando il tipo di filesystem e usando l'opzione loop. La sintassi della riga di comando è esattamente la stessa; basterà sostituire il tipo di filesystem e omettere l'opzione ro se vorremo aprire il filesystem in lettura/scrittura.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!
Pagina precedente
Come montare un filesystem ISO in GNU/Linux
Pagine
  1. Come montare un filesystem ISO in GNU/Linux
  2. 2 
    Verificare i contenuti dell'immagine

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2020 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.21 sec.
    •  | Utenti conn.: 41
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 44
    •  | Tempo totale query: 0.05