Punto informatico Network

20091114150848_1478761854_20091114150824_1437164573_Untitled.png

La beta di Office 2010 è disponibile per il libero download

20/11/2009
- A cura di
Zane.
Software Applicativo - Microsoft ha rilasciato sulla rete una versione preliminare di Office 2010. Basta una semplice registrazione per accedere alla prossima incarnazione di Word, Excel, PowerPoint, Outlook e compagnia. Fra piccole e grandi variazioni, saranno soprattutto gli utenti di Office 2003 a notare i cambiamenti maggiori.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

office (1) , libero (1) , beta (1) , download (1) , vista (1) , office 2010 (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 153 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Finalmente ci siamo. A partire dalla tarda serata di mercoledì, tutti gli utenti interessati a provare in prima persona la prossima versione di Microsoft Office possono accedere ad una build preliminare del prodotto

MLIShot6.jpg

Questa volta non si tratta dell'ennesima copia sfuggita sui circuiti di P2P. Il colosso ha reso disponibile pubblicamente tale versione in maniera completamente ufficiale, con tutte le garanzie in termini di qualità e sicurezza che ne derivano

La suite fornita agli appassionati è proposta in tre differenti declinazioni:

  • Office Home and Business 2010 beta: comprende Word 2010, Excel 2010, PowerPoint 2010, OneNote 2010 ed Outlook 2010
  • Office Professional 2010 beta: rispetto alla precedente, aggiunge anche Access 2010 e Publisher 2010
  • Office Professional Plus 2010 beta: la versione maggiore include anche Outlook 2010 with Business Contact Manager, Infopath 2010, Communicator 2010, SharePoint Workspace 2010

Al momento però, tutti i link per il download puntano alla declinazione più completa: non è chiaro ancora se si tratti di un problema temporano o di una scelta precisa.

Il prodotto, progressivo 14.0.4536.1000 (si ricordi che il "13" è stato saltato per scaramanzia), è disponibile sia in compilazione a 32 bit, sia in quella a 64 bit. Le differenze, in termini di resa, sono invero alquanto contenute. A trarre i maggiori benefici dall'indirizzamento a 64 bit è soprattutto Excel, che diviene in grado di gestire un numero ancora maggiore di righe, colonne e valori. Ad ogni modo, non sono molti gli ambienti nei quali è possibile saggiare tali differenze: non di certo nei bilanci o inventari della PMI o nella gestione del budget familiare.

MLIShot3.jpg

La suite può essere scaricata partendo da qui. Microsoft ricorda però che si tratta di software non ancora completamente maturo, da non utilizzare in ambienti di produzione: in caso non fosse disponibile un secondo PC per queste prove, l'impiego di strumenti come Returnil Virtual System o VirtualBox può costituire un'eccellente alternativa.

Una volta installato ed attivato tramite la product key inviata via e-mail, il pacchetto è completamente utilizzabile senza limite di sorta fino al 5 aprile 2010. Dopo tale scadenza, l'applicazione diverrà inutilizzabile e dovrà essere disinstallata.

Le novità

Se per gli utenti di Office 2003 le novità appaiono numerose, i miglioramenti sono più contenuti per tutti coloro che fossero già migrati alla versione 2007.

Rispetto alla Technology Preview di maggio invece, il prodotto è sensibilmente più maturo. Oltre ad una stabilità nettamente migliorata, sono apprezzabili variazioni nell'area backstage propria di Office 2010, nuove icone, una procedura di setup più rapida e numerosi perfezionamenti minori.

Al contrario della compilazione 4417, ora il cosiddetto "Upload center", grazie al quale caricare i documenti su un server protetto per potervi accedere anche da web, è ora pienamente operativo.

Office Web Apps

Contestualmente alla versione installabile, Microsoft ha aperto anche le porte di Office Web Apps, ovvero l'implementazione accessibile via browser della suite (per maggiori informazioni in merito, si veda la news "Office Web Apps apre le porte ai tester"). Per utilizzare la caratteristica, è sufficiente caricare il documento dalla voce Share -> Save to SkyDrive dal pannello Backstage e quindi accedere al proprio account SkyDrive.

La funzionalità mostra attualmente ancora qualche incertezza, molto probabilmente causata dal forte traffico generato dalla novità.

Outlook 2010

A mostrare i miglioramenti più significativi è sicuramente Outlook. Se infatti la versione 2007 utilizzava ancora la classica impostazione a menu e barra degli strumenti, questa "2010" introduce la stessa barra multifunzione vista in Word ed Excel, assieme a numerosi strumenti per la gestione delle conversazioni via e-mail e le altre attività di comunicazione ed organizzazione personale.

Una menzione particolare merita la possibilità di utilizzare molteplici account Exchange, una funzionalità molto richiesta dall'utenza.

MLIShot5.jpg

Maggiori informazioni (in inglese)

Word 2010

Word, al contrario, pare essere l'applicativo meno ricco di novità. Si parla di funzionalità di navigazione all'interno dei documenti ottimizzate, possibilità di lavorare in team sullo stesso documento, nuovi effetti per immagini, diagrammi e testi WordArt e poco altro

MLIShot7.jpg

Maggiori informazioni

Excel 2010

Excel 2010 presenta miglioramenti interessanti per i macina-numeri: possibilità di inserire piccoli grafici all'interno di singole celle, PivotTable ancora più filtrabili, capacità di lavorare in team e formattazione condizionale ulteriormente raffinati e possibilità di analizzare dati dinamici, anche all'interno di fogli di calcolo di dimensioni superiori ai 2 GB nella versione x64

MLIShot8.jpg

Maggiori informazioni

PowerPoint 2010

Formatori e presentatori trovano in PowerPoint 2010 nuovi modelli e stili, strumenti per la gestione delle immagini e dei filmati, le stesse possibilità di lavorare in gruppo già citate per Word ed Excel, ancora più SmartArt ed effetti di transizione, funzionalità per la stampa più granulari ed altro ancora.

Anche in questo caso comunque, le differenze rispetto alla precedente versione 2007 sono tutt'altro che eclatanti.

MLIShot9.jpg

Maggiori informazioni

Per le novità proposte dalle altre applicazioni, si veda questa pagina.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.46 sec.
    •  | Utenti conn.: 130
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.27