Punto informatico Network

Contenuto Default

open source e calcolo distribuito per la ricerca sulle staminali

21/05/2005
- A cura di
Archivio - Un progetto innovativo e tecnologicamente all'avanguardia per favorire le future ricerche sulle cellule staminali..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 170 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

01_-_Cellule_in_Vitro.gifopen source Stem Cell Research Platform, questo il nome del progetto che la società americana US BioDefense sta sviluppando per favorire una delle più promettenti frontiere della moderna ricerca scientifica.

Sfruttando l'enorme capacità computazionale messa a disposizione dal calcolo distribuito (che consiste nello sfruttare la banda inutilizzata delle CPU di sistemi volontari per processare una frazione di dati e inviare poi il risultato ad un server collettore) e la flessibilità e la comprovata affidabilità del software open source, il progetto ha come scopo quello di favorire, attraverso il libero accesso ai tool bioinformatici la ricerca, lo sviluppo e la commercializzazione delle stesse tecnologie di ricerca sulle cellule staminali, che ricordiamo essere quel particolare tipo di cellule non ancora differenziatesi, potenzialmente in grado di dare vita ad ogni tipo di tessuto dell'organismo umano.

02_-_Acido_Desossiribonucleico.jpgFavorire lo scambio di informazioni tra enti governativi, università e società private impegnate nella ricerca, attraverso questa intreccio di conoscenze si vince la sfida sui grandi scenari scientifici e tecnologici del prossimo futuro.

Nelle stesse affermazioni US BioDefense, la scelta dell'open source come piattaforma software d'elezione per il progetto è basata su quanto già intrapreso in passato da compagnie come IBM, Novell e Sun, oggi forti sostenitrici del software Open.

03_-_IBM_Linux_Server.jpg

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.44 sec.
    •  | Utenti conn.: 81
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.32