Punto informatico Network

Disco, rete, disconnesso, LAN, scollegato, disco di rete, network disk

Francia: disconnettere gli utenti è incostituzionale

12/06/2009
- A cura di
Zane.
Internet - Liberté! il Consiglio Costituzionale francese rimanda al mittente la proposta di legge che avrebbe voluto disconnettere i (presunti?) pirati senza possibilità di appello.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

utenti (1) , francia (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 106 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Il Consiglio Costituzionale francese si è pronunciato. Disconnettere i condivisori in seguito alla terza violazione del diritto d'autore sarebbe una chiara violazione dei princìpi della Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino, e, come tale, non è possibile trasformare la proposta in una legge effettivamente in vigore.

Si interrompe così la corsa verso l'approvazione della tanto discussa "dottrina Sarkozy": in particolare, stando all'interpretazione fornita da Punto Informatico, l'autorità ha sentenziato che "Internet è uno strumento per formare e manifestare il pensiero, accedere alla rete è un diritto fondamentale del cittadino".

Ma è proprio sul punto più controverso della proposta, ovvero la possibilità di disconnessione senza processo e senza diritto di replica, che ha insistito il Consiglio: il potere di privare i singoli dell'accesso ad Internet deve infatti essere mantenuto dalla sola autorità giudiziaria, e non può essere estesa a soggetti privati (con chiari conflitti di interesse, si potrebbe aggiungere).

Nella delibera del Consiglio non si dimentica tuttavia il bilanciamento dei diritti: i detentori di copyright potranno continuare a contattare i presunti pirati a propria discrezione e, chiaramente, avviare azioni legali attraverso i consueti canali in caso lo ritengano opportuno.

Tutto finito, quindi? Probabilmente non ancora: sebbene la decisione odierna tracci chiaramente la linea di pensiero dell'autorità massima in merito, non è da escludere che la normativa venga rivista e proposta nuovamente in un secondo momento: certo è che, per forza di cose, non vi sarà più spazio per una disconnessione tout court.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.44 sec.
    •  | Utenti conn.: 84
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.08