Punto informatico Network

Wireless, onde, competura, segnale

D-Link prepara 802.11n

15/04/2006
- A cura di
Zane.
Archivio - Ecco i primi prodotti consumer basati sul nuovo standard. Interessanti miglioramenti alle velocità massime teoriche, ma attenzione a valutare bene tutte le implicazioni di un media condiviso.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

d-link (1) , 802.11n (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 154 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Nonostante non sia stata ancora finalizzata del tutto, i produttori stanno iniziando a rilasciare i primi prodotti basati sulla tecnologia per reti wireless 802.11n. Ms_wireless.gif

D-Link ha annunciato la disponibilità della nuova linea RangeBooster N 650 di PC-card, adattatori USB e router in grado di sfruttare il protocollo per raggiungere velocità (teoriche) pari a 100mbit/s, contro i 54mbit/s della tecnologia 802.11g attualmente in circolazione, pur mantenendo la compatibilità con i protocolli precedenti.

Fra gli altri perfezionamenti rispetto alla generazione precedente, sono da segnalare anche una più ampia copertura del segnale e una migliore stabilità della connessione.

Se è indubbio che 802.11n diventerà entro pochi anni il nuovo standard di connessione wireless, è bene non dimenticare però che la velocità di 100mbit/s del mezzo è condivisa fra tutte le n postazioni di lavoro collegate, che riceveranno solamente 100/n mbit a testa.

Uno switch FastEthernet tradizionale invece, garantisce ad ogni client collegato una velocità di 100 mbit/s, indipendentemente dal numero di partecipanti. Attenzione quindi (soprattutto in ambito aziendale!) a pianificare l'abbandono del cavo che, per la condivisione di documenti voluminosi o traffico intenso, rimarrà la scelta migliore ancora per parecchi anni.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.36 sec.
    •  | Utenti conn.: 122
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.13