Punto informatico Network
20091006115951_2088280113_20091006115928_568290820_Wireless Workgroup 2.png

I rapporti genitori-Internet nell'era di Facebook

22/11/2013
- A cura di
Tecnologia & Attualità - L'Università Cattolica, attraverso la ricerca'Family.tag – Technology Across Generations', fotografa il rapporto tra i giovani, di età compresa tra i 13 e i 23 anni, i genitori e la rete.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

rete (1) , giovani (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 1 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Famiglia.png

La famiglia italiana si ricompone sui social network, su Facebook in modo particolare. L'obiettivo dell'indagine condotta su un campione di 693 giovani e 867 genitori mira a stabilire gli effetti dei social network sui legami familiari.

L'accesso alla grande rete è stato semplificato dall'avvento dei dispositivi per la mobilità. Il 99,1% degli adolescenti dichiara che in famiglia si posseggono uno o più cellulari. Di questi il 76,3% è collegato al web. Il 39,5% delle abitazioni è dotato di almeno un computer portatile e nel 61,9% dei casi si detiene almeno un PC.

L'83% dei ragazzi ha un profilo su Facebook con cui comunica con fratelli e sorelle, cugini e altri parenti. Più difficile il rapporto digitale con i genitori. Tra i 13 e 17 anni il 65% dei figli chiede l'amicizia ai genitori. Oltre la percentuale scende al 40%. Gli scambi tra genitori e figli sono ridotti al minimo. Solo in caso di serie problematiche nella vita quotidiana il social network diventa efficace alternativa all'assenza di comunicazione.

I genitori percepiscono i social network più per i pericoli e i rischi che per i vantaggi che sanno offrire. Il 37,8% è preoccupato per l'isolamento che possono causare, il 65% per la qualità delle informazioni con cui possono entrare in contatto, il 29,8% ha espressamente parlato con i figli in merito alle norme di comportamento da tenere sul social network, in particolare all'amicizia con sconosciuti.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.22 sec.
    •  | Utenti conn.: 51
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 44
    •  | Tempo totale query: 0.05