Punto informatico Network

20080829223045

Windows XP installato sui Mac Intel

24/03/2006
- A cura di
Archivio - Ci sono riusciti. Ora il dualboot è possibile! Update: Aggiunto file di patch e nuove indicazioni per la procedura!

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows xp (1) , windows (1) , xp (1) , intel (1) , mac (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 175 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Lo scorso anno, al WWDC di San Francisco, Steve Jobs ufficializzò il passaggio dei computer Apple dai processori PowerPC ai processori Intel. SNOW E 2 FOLDER _áAPPLE _áLIME.png

La notizia suscitò un gran clamore tra gli addetti ai lavori.

Un po' perché fino a qualche mese prima si parlava della superiorità dei processori PowerPC di IBM rispetto ai processori X86 di Intel, un po' perché qualcuno supponeva che ci sarebbe stata la possibilità di installare Windows XP anche sui Mac e Macintosh Os X sui normali personal computer!!!

Si gridò allo scandalo:

"Windows non può funzionare sui computer Apple! "

"È un sacrilegio! "

"È il crollo di un mito! "

"È la fine di Apple!!! "

I Mac user più convinti, hanno sperato fino all'ultimo che questo non potesse succedere. Infatti, mentre Windows XP necessita di BIOS per avviarsi, Vista, così come Mac, si vociferava che avrebbe usufruito di EFI, pertanto il futuro era già scritto: Windows verrà installato sui computer Apple!

Invece qualche giorno fa la smentita SECCA da Redmond:

"Vista non userà la tecnologia EFI!"

Lo zoccolo duro degli utenti Mac più affezionati, tirava così un sospiro di sollievo...

Di idee decisamente OPPOSTE i neo-switcher e i probabili switcher che speravano di poter utilizzare Windows NON in emulazione sui nuovi Mac, magari per disegnare ad Autocad oppure per giocare all'ultimo videogame...

In Internet era stato anche indetto un concorso per chi riuscisse ad installare Windows sui Mac: macchè tutto andato in fumo....

Gli organizzatori probabilmente stavano già pensando di restituire i soldi ($ 13,854) raccolti su libera offerta di aziende e privati da donare al vincitore, finchè il 15 Marzo in rete comincia a spargersi una voce insistente:

"Forse ce l'hanno fatta!"

Blog e forum si sono scatenati: "Sarà un altro FAKE - dicevano - un fotoritocco! "

Vengono pubblicate le immagini del risultato finale e dell'installazione, e a riprova che il tutto non è un FAKE, ecco arrivare il filmato agghiacciante!

Sembra un falso, ci sono dei dubbi seri sulla veridicità anche del filmato, infatti sono presenti degli spezzoni di video poco convincenti:

  • La formattazione e l'installazione di Windows troppo veloce
  • Troppi tagli al filmato
  • Il Reboot strano (si vede la luce pulsante tipica quando un Mac è in STOP)

Insomma non eravamo del tutto convinti.

Poi nel pomeriggio sul sito del concorso si legge questa frase:

"Solution has been submitted. Currently testing."

"La soluzione è stata inviata. Attualmente in fase di TEST"

Sul forum gli autori del tentativo sono in trepidazione...

Poi La mattina del 16 Marzo (o forse nella notte) ecco la conferma:

"Contest has been won - update to follow shortly. All further donations will go into an account to sustain the open source project that will be launched with the initial solution."

"La gara è stata vinta. Aggiornamenti a breve. Le ulteriori donazioni verranno convogliate in un account che servirà a finanziare il progetto open source che verrà lanciato con la soluzione iniziale"...

Ebbene, il 16 Marzo (data di per sé storica) nel tardo pomeriggio italiano ecco arrivare le instruzioni.

Il file (per ora) reperibile solo sul sito ufficiale, presto verrà tradotto e pubblicato su MegaLab.it.

La procedura però non sembra complicatissima: cercheremo di tradurla e renderla alla portata di tutti come sempre!

Col passare dei giorni il sito ufficiale è stato aggiornato, ed è stata inserita la procedura in Inglese e, tra le varie lingue, c'è anche l'Italiano.

Inoltre abbiamo allegato alla news il file per creare un CD di Windows XP compatibile con i Mac Intel

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.45 sec.
    •  | Utenti conn.: 81
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.21