Punto informatico Network
Canali
20121103145809_1044295553_20121103145748_633105680_2.png

È tempo di pulizie per il computer

15/03/2013
- A cura di
Hardware & Periferiche - Piccoli consigli pratici per ripulire il vostro computer per farlo funzionare meglio e più a lungo.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

computer (1) , pulizie (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4.5 calcolato su 37 voti

Rimuovere polvere dal case

Controllate il case del computer, spesso ci sono feritoie e sfoghi dell'aria che devono essere liberi. Una griglia, completamente otturata dalla polvere, come quella che vedete nella foto, non può essere ignorata.

Clean2.jpg

Togliete, dove possibile, anche la maschera frontale del computer, potrebbero esserci delle inaspettate, e spiacevoli, sorprese.

Clean3.jpg

Dopo aver rimosso il grosso della polvere, iniziamo a vedere i singoli componenti.

Pulire l'alimentatore

Verifichiamo ora l'alimentatore, già guardandolo dall'esterno potrete cominciare a capire il suo stato e quanta polvere si può essere accumulata al suo interno.

Se presente, rimuovete la griglia di protezione esterna e soffiate/aspirate la polvere, se siete più esperti, potete aprire l'alimentatore e pulirlo completamente. Controllate, visivamente e "rumorosamente", lo stato delle ventole, che girino bene e non si blocchino, oltre a non fare troppo rumore, inoltre, al tatto, la scatola metallica dell'alimentatore non deve essere troppo calda, se lo fosse è sintomo di qualche accumulo di calore che non viene smaltito. Avevamo parlato dell'argomento alimentatore e ventole in quest'articolo se volete sapere come aprirlo e smontarlo.

Clean4.jpg

Pulire dissipatore

Smontate la ventola dal dissipatore della CPU e rimuovete anche qui tutta la polvere. In questo caso era semplicemente avvitata, molte volte ci sono dei fermi in plastica non sempre facili da rimuovere, quindi preferisco ricorrere alle bombolette d'aria compressa per pulire, e non smontare niente, per non rischiare di rompere qualcosa.

Clean5.jpg

Immaginate quanta aria può arrivare al processore nell'immagine a sinistra, mentre a destra vedete come deve essere in realtà. Quando arriva poca aria al processore, sentirete molto spesso scattare la ventola e girare molto forte per parecchio tempo, anche se state semplicemente navigando e non facendo elaborazione video o giochi impegnativi.

Clean6.jpg

Se la scheda madre lo prevede, l'eccessivo surriscaldamento può provocare lo spegnimento improvviso del computer che va in protezione prima di bruciare qualche componente.

Oliare/sostituire le ventole

Controllate lo stato della ventola, vale per quella dell'alimentatore ma anche per quella della CPU, facendola girare manualmente, o, quando riaccendete il computer verificate che giri normalmente.

Se dovesse funzionare male, la cosa migliore è sostituirla, però ci si può però trovare nelle condizioni di non poterlo fare (ventola di forma strana o molto vecchia, negozio chiuso, etc...), una buona spruzzata di olio lubrificante, adatto per circuiti elettrici, nel perno (può essere nascosto da un'etichetta) che la fa girare, molto spesso, può risolvere, o almeno tamponare momentaneamente, il problema.

Consiglio, dopo avere spruzzato l'olio, anche più di una volta se necessario, di provare a girare manualmente la ventolina. Se non dovesse migliorare, non vi resta che sostituirla.

Clean7.jpg

Pulire i contatti della RAM

La polvere non fa bene neanche alla RAM, un falso contatto causato dallo sporco, può provocare strani e imprevedibili riavvii e schermate blu.

Quindi rimuovete la RAM, leggete questa pagina per sapere come farlo, e fate le pulizie necessarie.

Clean8.jpg

Evitate di toccare con le mani i contatti dorati e controllate che non siano sporchi.

Clean9.jpg

Il consiglio vale anche per le schede aggiuntive presenti nel computer, toglietele dagli slot e date una pulita anche a loro.

Cambiare la pasta termica

Arrivare al processore può essere, di tutte le operazioni consigliate, la cosa più difficile. Agganci strani e particolari possono rendere la cosa complicata. Se iniziate a fare questo lavoro, prestate molta attenzione.

Diciamo che avete rimosso tutta la struttura che copre il processore, ora dovete rimuovere, molto bene, i residui della vecchia pasta termica che è rimasta sulle superfici di CPU e dissipatore.

Clean10.jpg

Ci sono in vendita appositi kit per la pulizia e il ripristino della nuova pasta termica, per (non spendere più di tanto) fare pulizia si può usare anche della normale carta e un prodotto per pulizie che tolga tutta la pasta ormai secca. Mentre per la nuova pasta termica cercatene una di buona qualità che non si sciolga dopo pochi giorni che è stata messa.

Non esagerate nel mettere troppa pasta nuova, ne troppo poca, come dicono nelle ricette di cucina q.b. (quanto basta).

Clean12.jpg

Pagina successiva
Consigli finali
Pagina precedente
È tempo di pulizie per il computer

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2020 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.17 sec.
    •  | Utenti conn.: 29
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0