20081226175853_163967738_20081226175758_1495029030_sadasd.png

Apple presenta iCloud, Mac OS X Lion e iOS 5

07/06/2011
- A cura di
Zane.
Tecnologia & Attualità - Tre annunci attesissimi hanno finalmente visto la luce: fra lo storage remoto di iCloud, il nuovo sistema operativo per Mac e la prossima generazione di iOS, Apple ha davvero accontentato tutti. Tranne coloro che si aspettavano iPhone 5.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

apple (1) , mac os x (1) , mac os (1) , mac (1) , os x (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 2 voti

Dal palco di World Wide Developer Conference (WWDC) 2011, un particolarmente energico Steve Jobs ha guidato i suoi nell'annuncio di numerose novità alla linea di prodotti Apple: dalle piattaforme mobili a quelle per desktop sino alla musica, ce n'è veramente per tutti i gusti.

La sincronizzazione completa si chiama "iCloud"

Fra i servizi attesissimi ed ampiamente anticipati, l'azienda ha tolto i veli ad iCloud: uno strumento per la sincronizzazione completa ed automatica di immagini, musica, documenti e quant'altro fra Mac e disposivi mobili

MLIShot_20110607003933.jpg

Oltre ad integrare le funzionalità precedentemente erogate da MobileMe (allineamento automatico e condivisione di contatti, calendario e posta elettronica), grazie ad iCloud sarà possibile disporre delle "App" acquistate da App Store e dei contenuti di iBookstore su tutti i propri dispositivi e non più solamente su quello specifico impiegato per ottenere il materiale la prima volta.

È poi presente una interessante funzione per il backup remoto di iPhone e soci via Wi-Fi, sfruttabile per ripristinare rapidamente i propri dati in caso sia necessario sostituire il device con uno nuovo.

Ma la caratteristica più interessante è quella legata all'integrazione fra iTunes e iCloud (chiamata, senza troppa fantasia, iTunes in the Cloud): la musica comprata su iTunes Store potrà essere scaricata automaticamente su ogni apparecchio associato (fino ad un massimo di 10) senza costi aggiuntivi.

Le tracce ottenute al di fuori del negozio digitale saranno gestibili in maniera analoga grazie ad iTunes Match: una serie di algoritmi che riconoscono le canzoni estranee ad iTunes Store e permettono di sostituirle con quelle corrispondenti in formato AAC a 256 kbs senza DRM commercializzate da Apple. Chi rinuncerà a tale opzione potrà comunque sincronizzare i file in questione, ma sarà costretto a caricarli preventivamente nelle nuvola.

I primi 5 GB di spazio remoto saranno gratuiti per tutti gli utenti statunitensi a partire dal prossimo autunno (nulla è stato comunicato ancora circa la disponibilità a livello internazionale). iCloud richiederà iOS 5 oppure Mac OS X Lion.

iTunes Match esordirà nella stessa finestra temporale ma sarà commercializzato a 24,99 $ l'anno, sempre nei soli USA.

iTunes in the Cloud è invece disponibile già da oggi e si accontenta di iTunes 10.3, iOS 4.3.3 oppure Windows Vista e successivi.

Il leone ruggirà già da luglio

Mac OS X Lion, prossima generazione del sistema operativo per Mac, debutterà a luglio e sarà acquistabile sottoforma di aggiornamento da Mac App Store per 29,99 $.

Si parla di 250 nuove funzionalità: fra queste, gli utenti troveranno le gesture multi-touch ed il supporto alle applicazioni "a schermo intero", oltre che una versione di Mail profondamente potenziata e dotata del supporto alle "conversazioni" e di tool per la ricerca più funzionali.

Fra le nuove applicazioni di serie debutteranno Mission Control, una combinazione di Exposé, Dashboard e Spaces mediante cui tenere sott'occhio tutte le applicazioni e le finestre applicazioni, e Launchpad, una schermata (chiaramente ispirata all'impostazione di iOS) dalla quale individuare e lanciare i programmi con maggiore facilità

MLIShot_20110607004108.jpg

Mac App Store sarà inoltre integrato direttamente nel sistema operativo.

È interessante notare che, al di fuori degli ambienti professionali, un singolo acquisto sarà sufficiente per aggiornare tutti i propri Mac. Coloro che avessero acquistato un computer a partire dal 6 giungo in poi potranno richiedere l'update gratuitamente.

I requisiti di sistema per Mac OS X Lion sono alquanto parchi: tutti i Mac dotati di processore Core 2 Duo, Core i3, Core i5, Core i7 o Xeon e 2GB di RAM sono supportati pienamente.

Il padrone del mobile è iOS 5... su iPhone 4

Coloro che si fossero aspettati di vedere il nuovo iPhone 5 a WWDC 2011 sono rimasti a bocca asciutta. Sebbene Apple abbia annunciato la prossima versione maggiore del sistema operativo per iDispositivi, per il momento nulla è stato anticipato in merito al Melafonino.

IOS 5, dal canto proprio, porterà in dote varie novità piuttosto interessanti. Fra le "oltre 200", spiccano un nuovo metodo di notifiche chiamato Notification Center ed il servizio iMessage per scambiare messaggi multimediali gratuiti fra apparecchi compatibili

Features_notification_overview.png

Debutterà poi anche la capacità di ricevere gli aggiornamenti e svolgere l'attivazione iniziale del dispositivo direttamente tramite Wi-Fi, senza la necessità di appoggiarsi ad un computer. La funzione è chiamata PC Free (le motivazioni di marketing alle spalle della decisione di non chiamarlo Mac Free sono fin troppo evidenti).

L'aggiornamento sarà compatibile, con un livello di funzionalità ridotto sugli apparecchi più datati, con iPhone 4, iPhone 3GS, iPad 2, iPad e iPod touch di terza e quarta generazione.

Una build beta del prodotto è già a disposizione degli sviluppatori, ma il grande pubblico dovrà pazientare fino all'autunno prossimo. Che poi iOS 5 possa debuttare parallelamente ad iPhone 5 (oppure ad una release intermedia "4S") è un'eventualità considerata pressoché certa da tutti gli osservatori.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.18 sec.
    •  | Utenti conn.: 36
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.05