Punto informatico Network
Canali
Telefono, telefonino, cellulare, smartphone

Effettuiamo il root sul Samsung Galaxy Next

14/05/2012
- A cura di
Telefonia & Palmari - Con una semplice e veloce operazione possiamo ottenere i privilegi di amministratore sul nostro smartphone con sistema Android. Vediamo come fare.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

no-ip (1) , guida (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 75 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Come ben sappiamo, i privilegi di amministrazione sono fondamentali per l'installazione di buona parte delle applicazioni sia in ambiente Windows o Linux... che Android (su smartphone e tablet).

I privilegi di root, questi sconosciuti

Si, avete letto bene. I privilegi di amministrazione, propriamente detti "di root" in ambienti GNU/Linux, sono spesso necessari anche su terminali Android per rendere possibile l'installazione di alcune applicazioni.

Mi serve davvero?

Ho avuto la necessità di dare i privilegi di root al mio smartphone quando dovevo inserire degli screenshot dello schermo del dispositivo in un articolo. Il mio Samsung Galaxy Next, acquistato nel Natale 2011 con Android 2.3.4 brandizzato TIM, non ha integrata infatti la funzione in questione e tutte le applicazioni gratuite presenti nel market per catturare lo schermo, necessitavano appunto che il telefono fosse rootato, ovvero che fossero presenti i privilegi di root.

Naturalmente quello che vi ho presentato è uno dei tanti scenari in cui il root dello smartphone è necessario.

Prima alcune premesse

Prima di cominciare è bene fare qualche premessa fondamentale.

In primis, il root del telefono fa decadere la garanzia dello smartphone qualora esso ne sia protetto.

Inoltre, nonostante la procedura sia molto semplice e veloce da applicare, esiste un piccolo margine di rischio che potrebbe precludere per sempre l'uso del telefonino se la procedura non viene eseguita correttamente.

MegaLab.it ed il suo staff non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni provocati al vostro smartphone.

È consigliabile effettuare un backup dei dati presenti nello smartphone.

Cosa mi occorre?

Quella che vedremo è la procedura per effettuare il root di un Samsung Galaxy Next GT-S5570 con Android Gingerbread, ovvero dalla release 2.3 in su (nel mio caso la 2.3.4). La procedura è comunque funzionante anche con la versione 2.2 Froyo e 4.0 Ice Cream Sandwich o comunque con tutti gli smartphone e relativi firmware presenti in questa tabella. Personalmente non ho avuto modo di testare l'applicazione con altre versioni del sistema all'infuori della Gingerbread.

L'occorrente è:

  • L'applicazione per Windows Unlock Root for Android scaricabile da qui
  • Il software Samsung Kies installato sul computer contenente i driver del telefono
Pagina successiva
Installazione e funzionamento
Pagine
  1. Effettuiamo il root sul Samsung Galaxy Next
  2. Installazione e funzionamento

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.22 sec.
    •  | Utenti conn.: 37
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 45
    •  | Tempo totale query: 0.05