20081030121235_156971672_20081030121220_245948338_web_server.png

La fine degli indirizzi IPv4 è imminente!

01/02/2011
- A cura di
Internet - Rimangono oggi meno di dieci milioni di indirizzi IP disponibili. Le previsioni parlano chiaro: entro il 2 febbraio si esauriranno completamente.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

internet (1) , protocollo (1) , ip (1) , ipv4 (1) , ipv6 (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 16 voti
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

L'attuale protocollo Internet, formalizzato nel 1981, sta per giungere alla fine dei suoi giorni. Secondo Hurricane Electric l'ultimo blocco di indirizzi disponibili verrà assegnato verso le 4 del mattino di mercoledì 2 febbraio 2011.

Ideato da Vincent Cerf, il sistema IPv4 ha garantito per decenni il corretto funzionamento dell'intera rete Internet. Il suo ideatore ora si accusa dicendo: "È tutta colpa mia. Quando abbiamo pensato al sistema degli indirizzi IP pensavamo ad un esperimento. E credevamo che 4,3 miliardi di indirizzi per un esperimento bastassero".

Non lo si può certo biasimare: chi avrebbe pensato, alla fine degli anni 70, che nel giro di poche decadi ci sarebbero state più di quattro miliardi di calcolatori connessi? Lo sviluppo tecnologico ha condotto a questa diffusione rapidissima del media, portando all'esaurimento degli indirizzi IP.

Il nuovo protocollo IPv6 è già stato studiato e sviluppato. Al posto dei 32-bit del predecessore, questo avrà ben 128-bit, aprendo così la strada a 666 mila miliardi di miliardi di possibili indirizzi! Non è però compatibile con l'attuale protocollo e bisognerà attendere almeno l'inizio dell'estate per completare il passaggio.

Gli indirizzi IPv6 saranno molto più lunghi di quelli attuali: adesso, ad esempio, esiste 194.177.97.12 (è il web server dal quale viene erogato MegaLab.it), a breve esisteranno indirizzi simili a 2001:0db8:85a3:08d3:1319:8a2e:0370:7344.

Durante questo periodo di transizione, Internet non verà "fermato", ma la sua espansione sarà quantomeno rallentata: non appena tutti i possibili indirizzi IPv4 saranno stati assegnati, non sarà possibile rendere raggiungibili nuovi host, o connettere ulteriori dispositivi alla grande rete.

I provider, attualmente, offrono tutti i servizi su IPv4 e sarà quindi un loro problema adottare il protocollo IPv6 e renderlo disponibile ai propri utenti.

Nell'attesa, si potrà contattare l'ISP e chiedere i tempi stimati per il completamento della transizione ed, eventualmente, sentire se è possibile provare tale protocollo (qualora lo avessero già adottato). Per maggiori informazioni circa le modalità di transizione, consultare questa pagina su Wikipedia.

Da Windows XP SP2 in poi è possibile configurare una connessione mediante in nuovo protocollo, così come nella maggior parte delle "distro" Linux e Mac OS X. Per tanto si invitano tutti gli utenti ad aggiornare il proprio sistema operativo per meglio adeguarsi a tale cambiamento.

Al momento (12:30 del 31/01/2011) restano meno di 10 milioni di indirizzi ancora da assegnare. È possibile seguire in tempo reale su Twitter il conto alla rovescia per quello che viene definita "l'apocalisse di Internet". Il termine però inganna e porta a pensare al peggio anche se non si verificherà alcun "Armageddon".

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.35 sec.
    •  | Utenti conn.: 42
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.24