Punto informatico Network

20090508123202_1718195737_20090508123137_1123538484_tablet.png

Microsoft abbandona Courier, HP potrebbe abbandonare Microsoft

03/05/2010
- A cura di
Zane.
Hardware & Periferiche - L'anti-iPad firmato Microsoft non vedrà mai la luce, conferma l'azienda. Frattanto, HP potrebbe essere in procinto di preferire webOS a Windows 7.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

microsoft (2) , hp (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 2 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Brutte notizie per tutti coloro che fossero interessati ad acquistare un dispositivo "Tablet" pur senza orientarsi sul modello realizzato da Apple.

Addio, Courier!

L'interessante progetto Courier, nome in codice con il quale era noto fino a pochi giorni fa l'anti-iPad firmato Microsoft, è stato ufficialmente cancellato. Il monopolista di Seattle non ha spiegato i motivi della scelta, ma non è da escludere che l'azienda abbia preferito semplicemente concentrarsi sul software, lasciando l'onere di realizzare i dispositivi fisici ai partner.

D'altro canto, il colosso adotta una filosofia analoga in molte altre aree del proprio business: i PC e i notebook, equipaggiati con Windows e Office ma poi commercializzati da Asus, Toshiba, Samsung eccetera, sono l'esempio più lampante, ma anche l'approccio al mercato con Windows Mobile (ora Windows Phone 7) è sempre stato analogo.

HP Slate potrebbe arrivare senza Windows 7

Frattanto, sono emerse nuove indiscrezioni anche in merito ad HP Slate, la lavagna digitale motorizzata da Windows 7 vista da molti osservatori come una delle più promettenti risposte al fenomeno iPad.

Secondo questi rumour, HP starebbe valutando la possibilità di sostituire il sistema operativo di Slate con il proprio webOS, ovvero la soluzione realizzata dalla neo-acquisita Palm.

La scelta, sebbene non sia stata ufficializzata o confermata in alcun modo, sarebbe indubbiamente molto redditizia per HP. Impiegando webOS infatti, il colosso potrebbe risparmiare una spesa piuttosto importante: il costo della licenza d'uso di Windows 7.

D'altro canto però, proprio la presenza del più recente sistema operativo Microsoft (e la compatibilità completa e immediata con tutto il software per PC propriamente detti già in circolazione) potrebbe costituire un importante punto a favore di Slate.

HP dovrà comunque decidere in fretta come muoversi: l'arrivo di Slate sul mercato è atteso per la tarda estate/inizio autunno dell'anno corrente. Proprio questa finestra temporale potrebbe costituire una limitazione alla possibilità di impiegare webOS: bisogna ricordare infatti che l'acquisizione di Palm non sarà perfezionata prima della fine di luglio: questo significa che HP potrebbe non avere il tempo materiale per adattare webOS a Slate con un livello qualitativo soddisfacente.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.4 sec.
    •  | Utenti conn.: 110
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.23