Punto informatico Network

20100127214035_64014791_20100127214007_178669101_ipad2.jpg

iPad: le reazioni della rete e le alternative dei concorrenti

01/02/2010
- A cura di
Zane.
Tecnologia & Attualità - Uno sviluppatore di Adobe critica l'assenza del supporto Flash nel nuovo iPad. Frattanto, spuntano nuove limitazioni causate dal DRM, sui forum si discute circa l'utilità del device, i concorrenti presentano prodotti alternativi e l'assenza del multitasking scatena la furia di... Hitler?!?

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

flash (1) , adobe (1) , ipad (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 74 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

L'argomento "caldo" di questi giorni è sicuramente il nuovo tablet "iPad", presentato ufficialmente mercoledì scorso. Fra sostenitori e detrattori, le impressioni di utenti ed esperti del settore rimangono alquanto variegate: c'è chi si aspetta un successo di pubblico (Gartner prevede che già nel 2010 Apple possa piazzarne dai tre ai nove milioni) e chi invece lamenta l'assenza di caratteristiche importanti.

Niente Flash? "Colpa di Apple", sostiene Adobe

Fra i soggetti direttamente coinvolti, c'è Adobe: come noto infatti, iPad non è in grado di visualizzare animazioni Flash all'interno delle pagine web. "Senza supporto a Flash, gli utenti di iPad non saranno in grado di accedere ai contenuti web in maniera completa, compresi oltre il 70% dei giochi ed il 75% dei filmati su web", si legge in questo post apparso sul blog dell'azienda.

"Se voglio utilizzare iPad per connettermi a Disney, Hulu, Miniclip, Farmville, ESPN, Kongregate o JibJab - per non parlare di milioni di altri siti sul web - non mi sarà possibile", ricorda il messaggio.

Adobe lamenta anche un'altra restrizione piuttosto importante della libreria virtuale iBookstore, lanciata da Apple a fianco di iPad: "Contrariamente a molti altri lettori di ebook in grado di gestire il formato ePub, gli utenti non saranno in grado di accedere a contenuti ePub dotati di DRM Apple utilizzando dispositivi realizzati da altri produttori".

Netflix non supporterà iPad

Frattanto, si scopre che Netflix, uno dei più quotati servizi di streaming a pagamento, non supporterà iPad "nel prossimo futuro".

Ha confermarlo è stato Reed Hasting, CEO di Netflix: "Non è una priorità per noi, poiché siamo concentrati sui display più grandi" ha spiegato il numero uno del gruppo.

MSI si prepara a rispondere

Il colosso dell'hardware Micro-Star International (MSI) ha annunciato l'intenzione di lanciare un proprio tablet durante la seconda metà dell'anno corrente. Si tratterà sempre di un dispositivo da 10 pollici di diagonale, basato però sulla piattaforma Tegra di NVIDIA e governato dal sistema operativo Android di Google

1_r.jpg

Il prezzo al pubblico suggerito sarà pari a 500 dollari, ma MSI ne renderà disponibili versioni più o meno accessoriate, adatte ad ogni tasca.

Engadget ha pubblicato alcune foto del prodotto, scattate in occasione dello scorso CES.

Anche HP è della tablet-partita

Il giorno antecedente al lancio di iPad, HP ha divulgato tramite YouTube un filmato nel quale viene mostrato in azione il nuovo HP Slate, prodotto simile a iPad ma basato su Windows 7

Slate.png

Nel filmato non vengono mostrate le specifiche tecniche del prodotto, né sono ancora circolate informazioni riguardo il prezzo o la data di lancio: per il momento, si parla solamente di un prodotto non particolarmente costoso (probabilmente in linea con i 500 dollari di iPad o poco superiore) in arrivo nel corso del 2010.

HP Slate era stato mostrato anche in corso del keynote introduttivo di Steve Ballmer allo scorso CES.

Sui forum si discute

Utenti ed esperti continuano frattanto a dibattere negli spazi pubblici della rete.

Sul nostro forum è in corso una interessante discussione nella quale si sta cercando di fare il punto della situazione, soprattutto per cercare di capire quale possa essere l'ambito di impiego del prodotto.

"Può essere un buon compagno di viaggio, e passatempo per il tempo libero. Ma può essere anche uno strumento di lavoro interessante per medici, magazzinieri, segratarie, ecceccec... Oppure un computer domestico per "la mamma" che vuole solo guardare la posta, andare su Facebook e postare sul blog.... Oppure ancora (il punto secondo me che lo farà decollare) un valido strumento per videogamers....", sostiene Mr.TFM.

M@ttia richiama numerosi altri aspetti controversi e, da possessore di ebook reader precisa: "Questa non è una colpa di Apple (anche se ci sta speculando su un po' sull'ignoranza della gente), ma tutti paragonano il Kindle di Amazon all'iPad per la lettura di eBook. Capisco che al pubblico di massa i "colori" e il "design" possano attirare molto, ma la potenza degli eBook Reader quali Kindle, ecc. è la tecnologia e-Ink (electronic Ink) che rende lo schermo in tutto e per tutto uguale ad un foglio di carta, che non consuma corrente e non emette luce (parlo da felice possessore di un eBook-Reader, sul quale si può leggere per ore ed ore come sui fogli di carta, mentre davanti ad un LCD dopo 1 ora bruciano gli occhi). Insomma il paragone non ha nessun senso, e gli oculisti ringraziano...".

"Concordo con voi, il multitasking serve, così come un sistema operativo OSx-based, per dare il via a tutta una serie di applicazioni realmente utili.", commenta Xero. Pur ipotizzando un possibile impiego business in una delle evoluzioni future, conclude: "Le possibili applicazioni sono tante, dovute anche al peso ridotto rispetto agli altri tablet, ma oltre all'home entertainment fighettoso, per il momento, mi pare un gadget limitante.".

"Display: è a LED. Non LCD. Con tutti i vantaggi che ne derivano." replica Mr. TFM per quanto riguarda la leggibilità del display. "OS: sono limitazioni che tollerano milioni di utenti iPhone.... Se fossero un problema non lo comprerebbe nessuno.", prosegue.

"Mr. questo prodotto doveva tendere più ai Mac (e quindi con un OS tendente a leopard e non ad iPhone)" sostiene Slevin86 "la mancanza del multitasking è grave... ad esempio non ho ancora ben capito se non posso tenere aperto assieme pages e numbers... per non parlare che accoppiato a pages mi serve mathtype... e poi? basta? se devo cercare qualcosa su Internet o sfogliare un libro in PDF che faccio?".

masterz3d è cristallino: "Per me un computer senza multitasking è inutile. È come tornare indietro di cinquant'anni. Ci avevo fatto un pensierino, ma quando ho letto che non aveva multitasking me ne sono andato inorridito."

Per Pacopas invece, il prodotto non è stato ancora ben inquadrato dal pubblico "Io credo che fondamentalmente iPad sia un netbook. Ma un Netbook preso letteralmente cioè un LibroDigitaleWeb. Come i NetBook questa periferica o device non deve essere visto come un PC, invece tutti lo guardano che se fosse un PC castrato, ma secondo me è la stessa Apple che ne dichiara l'intento installando non un "pieno" sistema operativo come OSx ma il sistema operativo dell'iPhone. Questa scelta porta vari vantaggi, ossia applicazioni pensate per questa piattaforma sia come potenza di elaborazione ma sopratutto come interfaccia grafica.".

"Un dispostivio del genere, per come la vedo io, starebbe bene in un salotto o in giro per casa, lo userei per consultazioni rapide (posta, partenze treni, programmazione cinema, ricerca su Wikipedia, una ricetta di cucina ecc.) dove l'attesa per l'accensione di un computer non varrebbe la candela e finirebbe, lo sappiamo bene tutti, per catalizzare la nostra attenzione anche su altre cose facendoci perdere tempo prezioso." osserva Al3x. Alla luce dell'utilizzo sporadico "Il costo però non giustifica per ora l'acquisto di qualcosa che vedo come volluttuario, oltretutto siamo agli inizi ed altri produttori lavorano a soluzioni simili da molto tempo (vedi crunchpad) con prezzi forse inferiori e una maggiore libertà di movimento riguardo alle applicazioni installabili rispetto ai prodotti della mela."

La discussione, alla quale sono invitati a partecipare tutti i lettori, è raggiungibile partendo da qui.

Scherzi e battute

Al di là degli aspetti seriosi, il fatto che questo iPad sia visto da molti come un iPhone "gigante", ha scatenato l'abilità dei grafici di tutto il mondo

Applepu.jpg

Pagine
  1. iPad: le reazioni della rete e le alternative dei concorrenti
  2. Pagina 2

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.39 sec.
    •  | Utenti conn.: 122
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.22