Punto informatico Network

20090110140652_2066630574_20090110140619_758496954_Untitled.png

Tecnologia Turbo Core per i nuovi AMD Phenom II X6

10/04/2010
- A cura di
Hardware & Periferiche - Si occupa d'incrementare la frequenza di clock su tre dei sei core presenti, quando le restanti unità di calcolo sono in idle.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

amd (2) , processori (1) , cpu (1) , turbo (1) , clock (1) , amd phenom (1) , phenom (1) , pctuner.net (1) , mhz (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 3 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

La direzione intrapresa dai produttori di microcessori sembra essere rivolta verso un incremento del numero dei core presenti in unica CPU.

Affinché ogni unità di calcolo possa essere sfruttata adeguatamente è necessario che le applicazioni siano, in gergo, multi-core optimized. Non sempre, però, ci è possibile lavorare con software ottimizzato per questo genere di architetture, rendendo così inutile la presenza di un numero elevato di unità di calcolo.

Con applicazioni sviluppate per lavorare su di un singolo thread o core, è la frequenza di clock a giocare un ruolo di prim'ordine.

AMD_turbo_core-540x330.jpg

AMD, con l'introduzione delle CPU Phenom II esa-core (nome in codice Thuban, Socket AM3 compatibile anche con mainboard Socket AM2+ grazie alla presenza dell'IMC sia DDR2 che DDR3), ha deciso di ovviare a questo genere di esigenze, attraverso l'adozione della tecnologia Turbo Core che si occupa d'incrementare la frequenza di clock su tre dei sei core presenti nel package, quando i restanti sono in stato di idle.

L'incremento della frequenza prevede un conseguente aumento della tensione di alimentazione del core, pur rimanendo nei limiti del TDP massimo dichiarato dal produttore (che ricordiamo essere uguale alle soluzioni Phenom II X4, nonostante l'incremento del numero di core).

A differenza della tecnologia Turbo Boost di Intel, questi piccoli "overclock" avvengono solo quando tre core restano inutilizzati. Gli incrementi di frequenza variano a seconda della versione di CPU AMD Phenom II X6 fino ad un massimo di 500 MHz.

Per un ulteriore approfondimento in merito, vi rimandiamo all'articolo realizzato dai nostri colleghi di Pctuner.Net: AMD: gli esa-core Thuban avranno il Turbo Boost.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.49 sec.
    •  | Utenti conn.: 68
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 21
    •  | Tempo totale query: 0.24