Punto informatico Network

20080917004203_2137490269_20080917004117_2068366606_Chrome.png

Google Chrome 4 è pronto in versione definitiva

27/01/2010
- A cura di
Zane.
Internet - La nuova versione stabile del browser firmato Google è liberamente scaricabile. Sincronizzazione dei preferiti e pieno supporto alle estensioni sono le principali novità.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

google (1) , chrome (1) , google chrome (1) , versione (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 79 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Lo sviluppo di Google Chrome procede a pieno ritmo. Il colosso ha annunciato lunedì la disponibilità della quarta versione per Windows in forma stabile, quindi utilizzabile anche in ambienti di produzione

Chrome_5.png

Questa release veicola due novità attesissime dall'utenza: la possibilità di sincronizzare i bookmark fra più postazioni ed il supporto alle estensioni.

Segnalibri sempre sincronizzati

Chiunque sia divida fra computer fisso, notebook e PC dell'ufficio sarà felice di sapere che la nuova versione consente di sincronizzare i preferiti di Google Chrome fra tutte le postazioni. I siti aggiunti su un calcolatore divengono immediatamente disponibili anche sull'altro, così come le cancellazioni e le modifiche apportate ai segnalibri preesistenti.

Per abilitare la caratteristica è necessario disporre di un account Google, ed immettere le relative credenziali d'accesso nella finestra di dialogo raggiungibile dal menu chiave inglese

Chrome_6.png

Estensioni per tutti

La possibilità di espandere le funzionalità disponibili tramite piccoli moduli gratuiti è stata sicuramente fra le componenti più importanti nel decretare il successo di Firefox.

Ora, anche il browser di Google si attrezza con tale caratteristica, e fa anche qualcosa in più: non richiede di riavviare il navigatore per rendere attive le nuove estensioni installate

Chrome_1.png

Le estensioni disponibili sono oltre 1.500, e sono facilmente installabili partendo dal catalogo ufficiale.

Fra le più popolari, vi sono i corrispondenti, compatibili con Google Chrome, di nomi già molto noti agli utenti Firefox.

Sfogliando la gallery, si trovano Google Mail Checker (mostra il numero di e-mail ancora da leggere presenti nella casella Gmail), IE Tab (consente di utilizzare anche il motore di rendering di Internet Explorer senza abbandonare Chrome), AdBlock (elimina la pubblicità presente nella pagine web) e molte altre

Chrome_4.pngInteressante segnalare anche la nuova versione di Xmarks, in grado di mantenere sincronizzati fra loro i preferiti di Internet Explorer, Safari, Firefox e, dall'ultima release, anche di Google Chrome.

Le altre novità

La quarta versione stabile di Chrome introduce anche alcune novità di tipo prestazionale: gli sviluppatori parlano di un +42% rispetto alla versione stabile precedente, che si traspone in un secco +400% rispetto alla prima release stabile del 2009.

Avanzamenti degni di nota anche per sviluppatori e webmaster, grazie al potenziamento del supporto alle API di HTML5: fra le più interessanti, si segnala Web SQL Database, un'interfaccia mediante la quale è possibile archiviare dati strutturati sul client in maniera molto semplice.

Altre novità destinate ai programmatori sono state presentate in questo messaggio del blog ufficiale di Chromium, il software open source sul qualche Google Chrome è basato.

Ottenere Google Chrome

Tutti gli utenti che già avessero installato Google Chrome riceveranno automaticamente l'aggiornamento entro la prossima settimana. Chi invece dovesse ancora installare il programma, può procedere partendo da questa pagina.

Gli utenti Linux e Mac devono invece ricorrere alla versione beta di Chrome per poter accedere a funzionalità simili: per maggiori informazioni, si veda "Google Chrome 4 beta arriva su Mac e Linux".

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.25 sec.
    •  | Utenti conn.: 121
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.04