Punto informatico Network

Hard disk, disco fisso, harddisk, hdd, HD, disco fisso, bandiera, Windows

ADUC muove contro la "tassa Microsoft"

25/01/2011
- A cura di
Zane.
Mondo Windows - L'associazione dei consumatori si schiera contro il monopolista del software in uno dei primi casi di "class action" all'italiana. La pre-installazione di Windows, sostiene ADUC, è inaccettabile.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

linux (1) , class action (1) , preinstallazione (1) , microsoft tax (1) , tassa microsoft (1) , consumatori (1) , aduc (1) , rimborsi (1) , oem (1) , rimborso windows (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 101 voti
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Con il termine colloquiale "tassa Microsoft" si identifica la consuetudine di commercializzare personal computer dotati di Windows preinstallato. Se gli utenti meno avvezzi alle "cose del computer" non se ne preoccupano (e, addirittura, tendono spesso ad identificare in Windows una parte fondamentale del computer stesso), a numerosi power user ed utenti affezionati a Linux tale pratica proprio non va giù.

Sono anni che si discute del problema: se, da una lato, è certamente vero che Microsoft non costringe attivamente all'acquisto del proprio software, è altrettanto appurato che non è per nulla facile acquistare un calcolatore sprovvisto del sistema operativo, tanto che sporadiche iniziative di avventurosi produttori che offrono Linux al posto di Windows tendono sempre a fare notizia.

Ora anche ADUC ha deciso di scendere in campo: facendo seguito a quanto anticipato a gennaio 2010, l'Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori ha depositato presso il Tribunale di Milano un atto di citazione teso a portare all'attenzione della Corte tale pratica commerciale.

Le modalità operative sono quelle di una azione giudiziaria collettiva, ovvero una sorta di "class action all'italiana". I dettagli normativi sono illustrati nell'articolo "Non chiamatela class action. L'azione di classe: istruzioni per l'uso" di Emmanuela Bertucci ma, in breve, si tratta di un'azione legale voluta non tanto da un singolo soggetto, ma, piuttosto, da un gruppo di individui accomunati da un'interesse condiviso.

"La class action che prepariamo" -si legge sul sito- "è rivolta esclusivamente ad acquirenti privati (ovvero che non abbiano fatto l'acquisto tramite partita Iva) di computer con sistemi operativi preinstallati e che non abbiano accettato la licenza d'uso del software né l'abbiano mai utilizzato."

Nei prossimi mesi si terrà la prima udienza, in cui il Collegio milanese deciderà sull'ammissibilità dell'azione collettiva: "Se, come speriamo, l'esito fosse positivo", anticipa la comunicazione, "chi si troverà nelle condizioni per aderire alla causa, potrà farlo, anche personalmente, con apposito atto di adesione".

Una copia dell'atto di citazione depositato è scaricabile da qui.

Sebbene si sia solo agli inizi, vi sono sicuramente i presupposti affinché il collegio degli utenti possa spuntarla: lo scorso agosto infatti, il Tribunale di Firenze aveva dato ragione all'Associazione nel corso di un dibattimento incentrato su una questione analoga: per maggiori informazioni si veda ""Tassa Microsoft"? Si può chiedere il rimborso".

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.43 sec.
    •  | Utenti conn.: 79
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.23