Punto informatico Network

20080829211557

Nuovi dettagli su Longhorn

28/04/2005
- A cura di
Zane.
Archivio - Fra maggiore sicurezza e un filesystem più accessibile, Jim Allchin profetizza il prossimo Windows.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

longhorn (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 130 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Era ormai da qualche tempo che Microsoft non rivelava qualche nuovo dettaglio riguardo alla prossima versione di Windows, nome in codice Longhorn. Longhorn.jpg

La parola chiave è ancora una volta "più": "più sicuro, più facile da usare, più economico da mantenere", ha detto Jim Allchin, responsabile per la divisione Windows di Microsoft.

Per quanto riguarda la sicurezza, verrà innanzitutto potenziato Internet Explorer, che negli ultimi anni si è sempre rivelato uno dei componenti più delicati di tutto il sistema Windows. Il browserone Microsoft girerà infatti in uno "spazio protetto", di modo che il browser non possa interagire direttamente con il resto del sistema, e quindi veicolare attacchi dal web al sistema operativo.

Più sicuro anche l'uso dei portatili: grazie ad una tecnologia chiamata "secure startup", il sistema verrà completamente disattivato in caso il notebook venga smarrito, impedendo al curioso di turno di rovistare fra i dati del disco fisso. Purtroppo non sono ancora stati divulgati i dettagli di questa curiosa funzionalità.

Più semplice anche la gestione di file e cartelle, grazie ad un potenziamento delle funzionalità della shell: Longhorn sarà in grado di visualizzare come anteprime anche file di Word ed Excel, similmente a quanto avviene oggi con le immagini in Windows XP.

Allchin ha rivelato inoltre che il prossimo sistema Microsoft includerà anche un servizio di "cartelle virtuali", in grado di visualizzare file e documenti in qualsiasi punto della shell, astraendo l'utente dalla loro reale posizione sul filesystem.

Per quanto riguarda la semplicità invece, Allchin ha promesso maggiore integrazione con le periferiche, gli impianti hi-fi di ultima generazione e tutti gli altri oggettini della e-home: "Sembrerà magia", ha commentato spavaldamente il dirigente Microsoft.

Annunciato a fine 2003 e rinviato innumerevoli volte, ora Longhorn è atteso per gli ultimi mesi del 2006, anche se non sono da escludere del tutto ulteriori scivoloni.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 84
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.13