Punto informatico Network

20090630153657_1249572180_20090630153534_1928142235_DSCN1332.JPG

L'Europa vuole il caricabatterie universale

01/07/2009
- A cura di
Telefonia & Palmari - La commissione Europea stringe un accordo con i maggiori produttori di telefoni cellulari: si userà un caricabatterie universale già dal 2010.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

europa (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 97 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

I dieci più importanti produttori di telefoni cellulari a livello europeo, che insieme detengono più del 90% del mercato mobile nel vecchio continente, hanno firmato un accordo per la produzione di un caricabatterie universale per i prodotti di prossima commercializzazione.

I firmatari dell'accordo sono pezzi grossi del calibro di Nokia, NEC, Motorola, Samsung, Apple, Sony Ericsson ed LG, ma vi sono anche Qualcomm, Research in Motion e Texas Instruments.

Queste aziende si impegneranno a produrre un nuovo caricabatterie con attacco micro-USB, che sempre secondo l'accordo sarà destinato solo agli smarphone e a tutti quei telefonini "data-enabled", ossia che hanno la possibilità di trasferire dati via USB, che sono attualmente i cellulari più venduti e che continueranno a essere venduti ancora per molto.

A partire dall'anno prossimo, dunque, i nuovi cellulari saranno venduti senza caricabatterie, poiché sarà possibile usare quello universale che possediamo già e che utilizzavamo col vecchio telefonino. In alternativa, se il vecchio cellulare usa ancora un caricabatterie proprietario, sarà possibile acquistare quello nuovo a parte.DSCN1334.JPG

Il vantaggio principale di questo accordo è di semplificare le cose per il consumatore: un solo caricabatterie da trasportare e non dover più ricordare quale telefono debba essere ricaricato con quale determinato apparecchio.

Oltretutto, ci saranno meno sprechi, vista la miriade di caricabatterie prodotti attualmente, destinati a durare solo qualche anno per poi essere rimpiazzati da nuovi modelli.

Col nuovo modello universale, invece, oltre a risparmiare energia elettrica durante la ricarica della batteria grazie all'efficienza dello standard USB, saranno meno gli apparecchi prodotti e quindi saranno meno i soldi spesi per la loro produzione e smaltimento, che potranno essere investiti, per esempio, nella ricerca di nuove frontiere tecnologiche.

Non è da escludere, infine, che questo nuovo caricabatterie venga adottato nel giro di qualche anno anche a livello mondiale. Un vero passo in avanti per la mobilità!

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.37 sec.
    •  | Utenti conn.: 104
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.22