Punto informatico Network

Connessione, connesso, PC, mondo, earth, ADSL, network, LAN

Più di mezza Europa è connessa ad Internet

11/08/2009
- A cura di
Tecnologia & Attualità - Un'indagine svolta dalla Commissione Europea mette in luce un'importante fetta di popolazione connessa abitualmente ad Internet. L'economia digitale può far uscire l'Europa dalla crisi, ribadisce la commissione. Si punta sui giovani, la cosiddetta generazione digitale, per il futuro dell'Unione.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

internet (1) , europa (1) , rete (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 88 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Da qualche giorno la Commissione Europea sulla competitività digitale ha pubblicato un'interessante indagine sul rapporto dei cittadini europei con le nuove tecnologie, specialmente l'approccio con Internet.

Da questa inchiesta si evince che il Vecchio Continente è il maggior utilizzatore del web a banda larga a livello mondiale, con il 56% degli europei che navigano abitualmente su Internet e di cui l'80% con una connessione ad alta velocità.

L'Europa va forte anche per quanto riguarda i servizi mobili, il cui tasso di utilizzo è del 119%, ossia ci sono più abbonamenti attivi che europei. Ossia, diversi eurotizen dispongono di più di una sottoscrizione per l'utilizzo di tecnologie mobili, dalla telefonia cellulare alla navigazione su Internet con smartphone come l'iPhone.

La Commissione ha molta fiducia nell'economia digitale per superare la crisi economica di questi tempi, "ma per trasformare questa situazione favorevole in crescita sostenibile e nuovi posti di lavoro i governi devono prendere l'iniziativa e adottare politiche coordinate per eliminare le barriere che ostacolano i nuovi servizi", spiega Viviane Reding, membra della Commissione.

"Dovremmo cogliere l'opportunità di una nuova generazione di europei che ben presto deciderà le sorti del mercato europeo.", continua la Reding, "Questi giovani usano molto Internet e sono inoltre utenti molto esigenti." L'indagine della Commissione, infatti, sottolinea come i giovani dai 16 ai 24 anni navighino assiduamente nel Web: il 73% di essi utilizza servizi online, dai semplici network ai social network come Facebook, per creare e condividere contenuti. Inoltre, il 63% dei giovani sotto i 24 anni si connettono ad Internet ogni giorno, contro la media della popolazione europea del 43%.

Il mondo digitale entrerà sempre di più nella vita di questi giovani, si legge nell'indagine, fino ad influenzarne la formazione e la vita professionale. È compito dell'UE lavorare affinché tutti i cittadini possano disporre di una connessione ad alta velocità, senza canali preferenziali e frontiere di nessun genere. E pensare che c'è chi, come in Francia ed Irlanda, preferisce disconnettere gli utenti con tre strike.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 97
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.11