Punto informatico Network

20081215100037_247789939_20081215095755_1514700831_BitTorrent.png

BitTorrent sceglie Ask.com per risanare le proprie finanze

24/04/2009
- A cura di
Filesharing Peer-to-peer - BitTorrent Inc. ha scelto una nuova strada per tentare di aumentare le proprie entrate: l'installazione di una toolbar. La scelta lascia perplessa l'utenza, che si sente confusa e preoccupata: si teme che l'aggiornamento possa mettere sotto controllo i computer dei torrentisti.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

bittorrent (2) , microsoft (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 140 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Il 2009 è sicuramente iniziato nel modo peggiore per tutti: una crisi economica di portata planetaria sta mettendo in ginocchio piccole, medie e grandi Aziende. Che queste siano semplici negozi di scarpe o multinazionali al livello di Microsoft ci sono poche differenze: ognuna, nelle sue proporzioni, deve fare di tutto per rimanere finanziariamente a galla.

Lo stesso BitTorrent Inc. è alla ricerca di nuove fonti di guadagno. Dopo la chiusura di Torrent Entertainment Network, nel tentativo di ridurre le spese, lo sviluppatore del più famoso client torrentistico del mondo non è ancora soddisfatto dei risultati ottenuti. Dopo qualche tempo è stato deciso di includere, nell'installazione del prossimo aggiornamento di µTorrent, anche l'ormai famosissima Ask.com toolbar.

Sono già moltissimi i siti che utilizzano questa barra degli strumenti per aumentare i profitti, e potrebbe non sembrare strana la scelta di BitTorrent. Corredare questo strumento potrebbe incrementare il fatturato dell'azienda, ma molti utenti non sembrano affatto contenti: si sentono confusi, perché installare questa opzione potrebbe mettere il loro PC sotto costante controllo, e per chi usa il peer-to-peer, in questi giorni, non è molto conveniente rischiare.

Nonostante le dichiarazioni di Simon Morris, pezzo grosso di BitTorrent Incorporated che ha voluto smentire tutte queste voci sottolineando come l'installazione della barra sia completamente facoltativa, non tutti sono convinti. "Non stiamo cercando di fare soldi velocemente a discapito dei nostri clienti. So che posso solo darvi la mia parola su questo, ma non avrebbe senso rischiare di perdere migliaia di utenti per questo motivo, mettendo ulteriormente a rischio le nostre entrate" ha detto Morris.

L'installazione sarà disponibile dalla versione 1.8.2 del programma, ma questo potrebbe invogliare una parte degli utenti a non aggiornare il proprio BitTorrent; dopotutto le toolbar hanno già ricevuto la reputazione di vettori per malware, e questo di certo non aiuta µTorrent.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.22 sec.
    •  | Utenti conn.: 84
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.1