Punto informatico Network

Disco, rete, disconnesso, LAN, scollegato, disco di rete, network disk

In Irlanda si disconnettono i pirati

30/01/2009
- A cura di
Zane.
Filesharing Peer-to-peer - Il principale provider irlandese è costretto a capitolare davanti alle major dell'intrattenimento: gli utenti accusati di file-sharing abusivo verranno estromessi da Internet, senza possibilità di appello.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

sp2 (1) , windows (1) , vista (1) , windows vista (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 186 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Eircom, il principale fornitore di connettività irlandese, ha scelto di arrendersi nel bel mezzo dello scontro in tribunale: i clienti che utilizzeranno il servizio per attività di sharing illegale verranno scollegati dalla rete.

Il tutto ha avuto inizio l'anno scorso, quando le major dell'intrattenimento avevano tentato di imporre al provider l'installazione di filtri atti a limitare il traffico P2P. Al rifiuto, l'Industria ha avviato un procedimento legale contro Eircom, richiedendo un risarcimento pluri-milionario: la tesi era che, poiché il filesharing causa 14 milioni di euro in mancati introiti l'anno ed Eircom detiene il 40% del mercato della connettività, il provider era da considerarsi complice degli scaricatori, e avrebbe dovuto versare ai discografici fra i 4 e i 5 milioni.

A pochi giorni dall'inizio del dibattimento, è arrivato il colpo di scena: la major hanno fatto cadere le accuse, ed, in cambio, il provider ha accettato di consentire all'Industria di monitorare il traffico effettuato dagli Internauti, ed avanzare richieste di disconnessioni forzate per tutti quelli pizzicati a scambiare opere tutelate da diritto d'autore senza versare quanto dovuto.

I termini dell'accordo non sono stati divulgati, ma, da quanto emerge, le major potranno controllare e loggare con mezzi propri l'attività dei clienti del provider. In caso venissero rilevati scambi illegittimi fra due utenti entrambi connessi tramite Eircom, le major saranno legittimate ad avanzare la richiesta di disconnessione direttamente ad Eircom, senza l'intervento di alcun organismo legislativo.

A questo punto, il provider valuterà la richiesta, e procederà secondo il modello "3 violazioni e sei fuori" discusso anche in Francia: ad una semplice diffida spedita alla prima effrazione farà seguito una seconda per gli utenti recidivi, e quindi, il blackout totale dell'accesso ad Internet per chi insistesse con la condivisione selvaggia.

L'accordo getta le basi per un significativo precedente: con tutta probabilità, le major cercheranno ora di prendere accordi simili anche con gli altri provider dell'Isola che, di fronte al rischio di essere trascinati in tribunale e guardando al caso Eircom, sarebbero indubbiamente propensi a non resistere.

Gli internauti irlandesi sono ora in subbuglio: in primo luogo, si contesta la totale impossibilità per l'utente di far sentire le proprie ragioni, nonché l'assenza di un arbitro sopra le parti adibito a bilanciare i diritti in gioco. Electronic Frontier Foundation sottolinea inoltre che, in questo modo, un soggetto privato quale è Eircom assurge al ruolo di giudice, giuria e boia, portando ad una situazione di potenziale anticostituzionalità estremamente pericolosa.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.18 sec.
    •  | Utenti conn.: 110
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.04