Punto informatico Network

20091213134735_1169287436_20091213134659_957262837_fennec_spotlight.png

Mozilla interrompe lo sviluppo di Firefox per Windows Mobile

24/03/2010
- A cura di
Zane.
Telefonia & Palmari - Mozilla congela il progetto, ma non esclude la possibilità di tornare sui propri passi. Il problema è doppio: obsolescenza per Windows Mobile 6 e mancanza di supporto al codice nativo per Windows Phone 7.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows mobile (2) , windows (1) , windows phone 7 (1) , firefox mobile (1) , fennec (1) , mobile (1) , firefox (1) , mozilla (1) , sviluppo (1) , windows phone (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 22 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

La versione ristretta del navigatore open source più amato non arriverà sui dispositivi governati da Windows Mobile. A comunicarlo dalle pagine del proprio blog è stato Stuart Parmenter, uno dei responsabili del progetto.

Il problema, secondo quanto dichiarato, è duplice.

Da un lato, appare evidente che il futuro della piattaforma è costituito da Windows Phone 7: nonostante le rassicurazioni, il ramo 6.x è destinato ad una fine certa e ormai chiaramente visibile in lontananza. Il codice sviluppato fino ad ora dai programmatori Mozilla è però indirizzato a questa piattaforma che, come noto, richiede l'utilizzo del linguaggio nativo C++ come strumento per la realizzazione di software.

Il team di sviluppo è quindi chiamato a lavorare direttamente su Windows Phone 7. In questo caso però, sarebbe necessario realizzare il programma nel linguaggio gestito Silverlight: uno scenario che, evidentemente, Mozilla non è disposta ad accettare.

I motivi della rinuncia non sono stati chiariti, ma è possibile ipotizzare che il gruppo non sia intenzionato ad utilizzare un linguaggio che, giocoforza, genera codice potenzialmente meno performante di quanto non sia possibile ottenere con C++ e potrebbe quindi costituire una penalizzazione nello scontro con la versione pre-installata di Internet Explorer.

Inoltre, si tratterebbe fondamentalmente di ripartire e realizzare nuovo codice (quasi) da zero, creando, fra l'altro un "fork" molto specifico rispetto alle versioni realizzate in C++ di Firefox Mobile per le altre piattaforme.

Non tutto è perduto però: Microsoft ha spiegato nel corso dell'ultimo MIX che, sebbene Silverlight debba essere considerato l'ambiente di sviluppo di riferimento per le applicazioni per Windows Phone 7, potrebbe essere disposta ad accettare programmi scritti in codice nativo in alcuni casi straordinari.

Il gruppo si riferiva probabilmente al plug-in per Flash che, costituendo a propria volta un ambiente basato su una macchina virtuale, finirebbe per accatastare due layer uno sopra all'altro, creando una situazione difficile da gestire e prestazionalmente insostenibile.

Ciò nonostante, Mozilla spera che tale opportunità possa essere estesa anche al suo navigatore. Quanto però tale scenario possa essere plausibile è alquanto dubbio. Così facendo infatti, Microsoft rischierebbe di gettare le basi per un importante precedente, in grado mandare un messaggio sbagliato al resto degli sviluppatori interessati a realizzare applicazioni per Windows Phone 7: "basta insistere, e accettiamo anche codice nativo", i programmatori potrebbero recepire.

Resta ora da capire come si muoverà Opera Software. L'azienda norvegese potrebbe infatti scegliere di disertare allo stesso modo e con argomenti del tutto simili Windows Phone 7: questo si tradurrebbe nell'impossibilità di utilizzare l'ottimo Opera Mobile sui prossimi dispositivi dotati del sistema operativo Microsoft, gettando così le basi per un progressivo inaridimento di tutto l'ecosistema.

In attesa di vedere come si evolverà la situazione in ambiente Microsoft comunque, il team alle spalle di Firefox Mobile concentrerà l'attenzione su Android e Maemo. Proprio quest'ultima piattaforma, ha spiegato Jay Sullivan nell'intervista rilascia a MegaLab.it, è quella sulla quale Mozilla ha concentrato la maggiore attenzione.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.37 sec.
    •  | Utenti conn.: 91
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.19