Punto informatico Network

Canali
20080829212126

Bellezze digitali

08/01/2007
- A cura di
Zane.
Tecnologia & Attualità - Modelle stupende e dai corpi scultorei... ma siamo sicuri che sia tutta opera di madre natura? oltre silicone e liposuzione, dove solo la tecnologià può...

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

digitali (1) , bellezze (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 512 voti

Alzi la mano chi non ha mai visto un calendario Pirelli o siti di sfondi per il desktop con protagoniste in abiti succinti!

O hanno tagliato tante mani... o tutti ben sanno quanto siano perfette le modelle in bikini che scorrazzano fra Internet e le pubblicazioni glamour: epidermide perfetta, labbra rossissime, fianchi proporzionati e tutte le altre belle caratteristiche che tanto piacciono ai maschietti.

E non mi dite che non avete mai esclamato "ragazze così? solo su Internet!".

Beh, tenetevi forte.. "solo su Internet" perché è tutta finzione! E non parlo solo di silicone e ritocchi chirurgici vari, parlo di vera e propria manipolazione digitale delle immagini, con tecniche tanto perfezionante da stravolgere completamente la realtà delle cose.

Tanto per capire di cosa stiamo parlando, vale davvero la pena di fare un giro sul sito di Greg Apodaca, uno degli artisti che più mi ha impressionato con le proprie tecniche di fotoritocco.

Greg è un professionista del settore, e pubblica alcune delle proprie opere on-line per farsi conoscere dai potenziali clienti.

Il portfolio disponibile sul sito mostra alcuni dei suoi lavori: a questa pagina potete osservare il risultato finale di una delle sue elaborazioni grafiche: passando sopra la foto con il mouse, vi troverete davanti all'originale. A dir poco sbalorditivo.

Stessa cosa per una bellissima modella in bikini, che senza artifizi digitali si rivela essere si una bella ragazza, ma con alcuni difettucci ora ben visibili.

Anche una vecchia insegna stradale può essere "riadattata" per fare bella figura sui volantini pubblicitari...

Mi è stato segnalato (grazie Elena) un altro eccellente sito sul foto ritocco professionale: http://www.mastermakeover.com mostra una serie di "prima e dopo" davvero eccellenti.

Fra le altre, sono presenti anche alcuni impressionanti scatti di top model come Kate Moss oppure Cindy Crawford

Ices_Eyes segnala invece un interessante videoclip da meno di due minuti in cui vengono mostrate le fasi di realizzazione di un cartellone pubblicitario per prodotti cosmetici. Allo stesso modo, proposto in chiave ironica ma altamente interessante ai fini di questo articolo, ho scoperto anche questo secondo filmato in cui, con lo stesso procedimento, viene illustrato come sarebbe possibile trasformare un uomo in una ragazza adatta ad un manifesto pubblicitario.

Impressionante, vero?

Uno stravolgimento simile della realtà non può che avere però ripercussioni anche nell'ambito sociale: ragazze potenzialmente molto carine trasportate nel vortice dell'anoressia, per raggiungere dei modelli stereotipati trasmessi dai media.

E che ora scopriamo essere irraggiungibili, poiché frutto di rielaborazioni grafiche successive.

Per carità, non sono un moralista: il lavoro di Greg e degli altri professionisti del settore è fondamentale in un ottica di intrattenimento, ma è estremamente importante che il mondo dello spettacolo mostri anche il proprio volto struccato, in cui anche le modelle hanno imperfezioni della pelle e qualche chiletto in più dopo le festività.

È importante che si sappia che si, sono belle ed è divertente guardarle, ma che tanta perfezione non è certo merito di diete logoranti e sacrifici alimentari improponibili, ma piuttosto di abili esperti di grafica (ed ancora prima di comunicazione).

In un ottica di maggior rispetto per l'individuo, che deve sapere a cosa si trova davanti, per imparare a guardare le cose con un ottica distaccata: un po' come guardare i film dell'orrore: certo, sono impressionanti, ma in fin dei conti è un po' di pomodoro sparso su coltelli di plastica...

Discorso analogo per quanto riguarda le promozioni: anche qui il lavoro di Greg rivela modifiche che spaziano da un accettabilissimo ritocco di impostazione a vere e proprie falsificazioni.

Ora mi viene da chiedere, quante volte ho acquistato un prodotto solamente perché coinvolto dalla sua immagine pubblicitaria? E quante volte il bene si è rivelato ben al di sotto delle aspettative?

C'è ben di che riflettere...

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.39 sec.
    •  | Utenti conn.: 128
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.26