Punto informatico Network

20091006115951_2088280113_20091006115928_568290820_Wireless Workgroup 2.png

Spagna: linkare contenuti P2P non è illegale

16/03/2010
- A cura di
Zane.
Filesharing Peer-to-peer - Un giudice conferma l'orientamento della giurisprudenza spagnola: offrire semplici link a contenuti presenti sui circuiti di filesharing non costituisce reato, anche se essi sono tutelati da diritto d'autore. Piena assoluzione per il gestore di un portale dedicato alla materia.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

p2p (1) , spagna (1) , illegale (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4.5 calcolato su 29 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Non si è certamente chiuso come sperato il processo voluto da Sociedad General de Autores y Editores (SGAE) conto Jesus Guerra, gestore del sito elrincondejesus.com e reo, secondo l'equivalente spagnolo della SIAE italiana, di mantenere attivo un servizio illegale

MLIShot_1.jpg

Il portale gestito da Guerra offre infatti una serie di collegamenti mediante i quali scaricare a sbafo opere di ogni tipo: dagli ultimi successi holliwoodiani, a musica, software e quant'altro possa costituire intrattenimento digitale.

La maggior parte (se non la totalità) dei contenuti offerti è, naturalmente, tutelata da diritto d'autore.

Stando alla sentenza promulgata dal giudice Raul N. García Orejudo però, non vi sono i presupposti affinché il sito debba essere chiuso: il materiale non risiede infatti sul server di Guerra, ma viene semplicemente linkato in maniera non differente da quanto faccia un tradizionale motore di ricerca.

ElRincondelJesus non ospita infatti fisicamente i bit in questione, ma si limita a presentarli, rimandando poi alle reti P2P BitTorrent ed eMule per l'effettivo download, oppure ai vari portali di video-sharing per la visione in streaming.

Un altro elemento che avrebbe contribuito alla decisione è costituito dal fatto che il sito è complemente no-profit: l'amministratore non percepisce alcuna forma di compenso, sia diretto, sia indiretto, dalla realizzazione dello stesso. A ben guardare infatti, ElRincondelJesus è completamente privo persino della pubblicità.

Stando a quanto riportato degli osservatori di TorrentFreak, il giudice avrebbe argomentato la propria decisione sostenendo che "Le reti di P2P sono meri canali per la trasmissione di dati fra utenti di Internet, e non infrangono i diritti garantiti dalle leggi a tutela della proprietà intellettuale".

Come forse si ricorederà non è la prima volta che la Spagna mostra un orientamento piuttosto permissivo quando si parla di link ad opere protette: in tal senso, la sentenza di questi giorni è un'ulteriore, importantissima conferma in merito.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.12 sec.
    •  | Utenti conn.: 118
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0