Punto informatico Network
Canali
20080829220708

Guida definitiva all'ottimizzazione della memoria

04/10/2006
- A cura di
Zane.
Trucchi & Suggerimenti - La gestione della memoria di Windows può essere realmente migliorata, ma fra bufale, utility fasulle e suggerimenti ormai obsoleti sono molte le procedure che possono sortire l'effetto esattamente contrario. Ecco una guida ragionata e pesata alla gestione della memoria.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

memoria (2) , utility (1) , ottimizzazione (1) , swap (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 545 voti

Una volta sfatati un po' di miti, possiamo buttarci a capofitto nelle varie modifiche che renderanno veramente più performante il vostro sistema.

Ottimizzazioni generali

Come prima cosa è bene controllare che il computer sia esente da spyware, worm, virus, dialer o quant'altro: tutti questi programmini risiedono in memoria e spesso sono programmati talmente male da causare danni ben maggiori da quelli previsti. Molti virus inoltre utilizzano le risorse di sistema per tentare di diffondersi via mail o mediante connessioni di rete, tutte operazioni estremamente lesive per la velocità della macchina.

Prima di iniziare ad ottimizzare fate quindi qualche controllo con le utility proposte nel nostro canale Sicurezza per assicurarvi di essere "puliti".

Ricordatevi anche di aggiornare i driver di tutte le periferiche e, in generale, di effettuare tutti i controlli principali per assicurarvi che il sistema sia in buona forma: sono riassunti nell'articolo "I problemi più comuni"

Opzioni prestazioni

Portatevi su Pannello di Controllo -> Sistema -> Avanzate -> Prestazioni -> Avanzate

Pianificazione processore

Assicuratevi che questa opzione sia impostata su Programmi: con questo settaggio infatti il processore darà una priorità di esecuzione maggiore alle applicazioni in primo piano. Selezionando l'altra opzione invece tutti i processi avranno la stessa priorità, sia che si tratti di servizi che di applicazioni: una cosa interessante solamente per i server.

Utilizzo memoria

Nella medesima schermata impostate Programmi anche come scelta di utilizzo memoria . Come documentato in questo articolo Microsoft si tratta della scelta migliore per le workstation.

Deframmentare il file di swap

L'utility di deframmentazione standard inclusa in Windows non è in grado di deframmentare il file di swap, e dopo alcuni mesi di utilizzo questo può essere memorizzato in modo molto frammentato sul disco, riducendo sensibilmente i tempi di accesso.

Per risolvere il problema possiamo utilizzare PageDefrag, una pratica utility gratuita che ci consente di deframmentare proprio il file di paginazione.

Una volta scaricato il programma (che non necessita di installazione) è sufficiente avviarlo (DOPO aver ultimato una normale deframmentazione con l'utilità inclusa nel sistema operativo), e quindi mettere la spunta a defragment every boot: in questo modo il file di paginazione verrà automaticamente deframmentato (assieme ad altri file di sistema critici) ad ogni avvio del sistema.

Pagina successiva
Ottimizzare la memoria virtuale
Pagina precedente
Miti e leggende

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2021 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.29 sec.
    •  | Utenti conn.: 61
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 42
    •  | Tempo totale query: 0.11