Punto informatico Network

Canali
20080829212238

Webfonare gratuitamente con il telefono di casa

25/11/2004
- A cura di
Zane.
Tecniche Avanzate - Recensione completa di Chat-Cord, un utile strumento che permette di sfruttare il tradizionale telefono di casa per fare web-fonate del tutto gratuite.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

gratuitamente (1) , telefono (1) , webfonare (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 277 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

La progressiva diffusione della banda larga anche nel segmento domestico ha aperto nuovi orizzonti per quanto riguarda le applicazioni Voice-Over-Internet-Protocol (VoIP).

Sfruttando una tradizionale connessione ADSL, è ora possibile effettuare "telefonate" (ribattezzate webfonate, un simpatico neologismo fra web e telefonate) fra computer distanti anche migliaia di chilometri, il tutto in modo assolutamente gratuito.

Chat-Cord

Abbiamo ricevuto in prova un esemplare di Chat-Cord, un simpatico strumento che consente di utilizzare il tradizionale apparecchio telefonico (anche cordless) in congiunzione alla connessione ad Internet per "telefonarsi" fra utenti Rete del tutto gratuitamente.

Brochure_chat-chord.gif

In altre parole, Chat-Cord sfrutta la cornetta telefonica in sostituzione di microfono e casse del computer: in questo modo potete utilizzare Skype (o qualsiasi altro programma adatto allo scopo) per veicolare la vostra voce Rete, con la semplicità di sfruttare il vostro tradizionale telefono di casa.

Non è necessario che entrambe le parti utilizzino Chat-Cord, ma è comunque indispensabile che i due utenti possiedano un computer collegato ad Internet.

Installazione

L'installazione del prodotto non è molto intuitiva, e le scarne istruzioni (peraltro solo in lingua inglese) non aiutano l'utente nella procedura.

Fortunatamente gli spinotti da collegare al computer non sono molti: per prima cosa è necessario scollegare il cavo delle casse audio dal computer, e interporre quello di Chat-Cord.

Si passa quindi ad innestare il cavo del microfono nell'entrata della scheda audio ed il connettore USB in una porta libera.

Come ultima operazione, è necessario scollegare il telefono dalla presa telefonica a muro ed inserire il plug nell'apposito spazio di Chat-Cord.

La periferica non richiede alcun driver di controllo: una volta ultimati i collegamenti, il telefono è pronto all'uso.

Abbiamo quindi inoltrato una chiamata mediante Skype: utilizzando il pulsante di accensione del telefono attiviamo o disattiviamo l'apparecchiatura audio, mentre per controllare la connessione agiamo sui consueti controlli a video.

Il segnale audio arriva forte e chiaro, con la consueta qualità telefonica (potete scaricare il clip registrato dal mio interlocutore per valutare in prima persona).

Chat-Cord permette di utilizzare indistintamente apparecchi con o senza fili: in quest'ultimo caso sia ha davvero una liberà di movimento totale, limitata solamente dalla copertura dell'apparecchio cordless.

Questo sistema si rivela da molti punti di vista migliore della soluzione con auricolare Bluetooth di cui abbiamo parlato qualche tempo fa: oltre ad una maggiore copertura, la qualità audio è nettamente superiore, rendendo lo strumento adatto anche ad un ambito professionale.

Flowchart_chat-cord.gif

Sebbene il giudizio complessivo su Chat-Cord non possa che essere molto positivo, ci sono alcuni aspetti del prodotto che non convincono del tutto.

  • Come già osservato, la manualistica è davvero scarna: avremmo gradito una guida (multilingua) più ricca di immagini ed un po' più esaustiva, soprattutto nell'illustrare il collegamento dell'apparecchio telefonico.
  • Sarebbe stato carino almeno un CD in omaggio, con una copia di Skype, MSNMessenger e ICQ e magari una video-lezione relativa al collegamento dei componenti.
  • Dopo aver ultimato il test generale, abbiamo sostituito il cordless di marca utilizzato per la prova con un apparecchio di fascia bassa, decisamente più datato: con questa configurazione il microfono del telefono non ha funzionato a dovere, anche dopo numerosi tentativi.

Requisiti minimi

La prova è stata eseguita su un AthlonXP 3000+, 1GB DDR333 e la scheda audio integrata sulla piastra madre, il tutto governato da Windows XP.

I requisiti minimi del produttore richiedono un Pentium 233 con almeno 64MB di RAM ed una scheda audio full-duplex, con distanza massima di 40cm da una porta USB libera.

Sono supportati tutti i sistemi operativi della linea Windows, nonché qualsiasi altro ambiente in grado di gestire impianti multimediali, quali Mac OS o Linux.

Conclusioni

L'impressione generale su questo Chat-Cord è decisamente positiva: la qualità è elevata così come la facilità di utilizzo.

Gli unici aspetti migliorabili rimangono la manualistica e la dotazione, due fronti che sicuramente verranno ottimizzati con il tempo...

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.29 sec.
    •  | Utenti conn.: 111
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.13