Punto informatico Network

Contenuto Default

PSP, Dark_AleX pubblica il suo ultimo custom firmware?

03/10/2007
- A cura di
Archivio - Il celebre hacker spagnolo ritorna alla carica, rivelando come in realtà dietro il Team M33 ci sia la sua opera di modding della console Sony. DAX pubblica poi un nuovo firmware custom, e a quanto pare questa volta si tratta sul serio della sua ultima main release.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

firmware (1) , psp (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 246 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Come previsto a suo tempo, il firmware modificato 3.71 M33 per la console portatile più potente in circolazione - compatibile anche con la nuova versione Slim & Lite - è stato rilasciato non molto tempo dopo la distribuzione della versione ufficiale di Sony. Fatto questo che era nella natura delle cose visto che gli hacker erano riusciti a customizzare anche PSP-2000. Quello che di imprevedibile è successo in questi giorni invece è stato il ritorno sulla scena di Dark_AleX, anche se in realtà lui non l'ha praticamente mai abbandonata continuando il suo lavoro sotto mentite spoglie.

Il Team M33, che apparentemente aveva raccolto l'eredità del lavoro dello spagnolo con i custom firmware, altro non era che un'estensione di DAX stesso. A rivelarlo è il suddetto DAX sui forum di MaxConsole, in occasione della distribuzione del nuovo firmware. Aggiornata parimenti la sua pagina web con tanto di crediti per i collaboratori, mentre quella del team russo "fittizio" non risulta attualmente raggiungibile dal browser.

L'hacker ha dunque continuato a lavorare per la scena PSP anche dopo aver annunciato ufficialmente il suo ritiro tempo addietro. Il perché abbia deciso soltanto ora di rivelare la sua vera identità è presto detto: secondo quanto riporta MaxConsole, DAX questa volta medita di lasciare in via definitiva lo sviluppo per PSP, visto che a parte alcuni progetti secondari non ci sono più le motivazioni adeguate per andare avanti avendo i custom firmware detto tutto quello che c'era da dire. E avendo l'hacker dimostrato che una società multinazionale con il fatturato di una piccola nazione può essere puntualmente battuta da un coder solitario con alleate soltanto la sua intelligenza e l'abilità con il codice.

Il firmware 3.71 M33 ha ad ogni modo una particolarità non da poco: Sony ha apparentemente patchato il buco finora usato dai custom firmware per far girare codice progettato per il kernel della versione 1.50 - da sempre il firmware ideale per l'esecuzione di software fatto in casa non cifrato dalla multinazionale - e per tale motivo gli applicativi progettati per tale versione non sono più in grado di girare nel nuovo ambiente.

Poco male, se si considera che i programmatori più attivi della scena stanno aggiornando i loro software per garantire la compatibilità con il nuovo firmware - che sfrutta nuovi "trucchi" per far girare applicativi non cifrati - e che lo stesso Dark_AleX ha rilasciato un add-on per il cfw 3.71 M33 per aggiungere a quest'ultimo il supporto per il vecchio firmware. Solo per PSP "fat" però: la modalità kernel del firmware 1.50 sulla slim non funziona a causa della suddetta patch introdotta recentemente da Sony.

Slim__Lite.jpg

Anche le batterie di nuova produzione pare siano patchate, risultando a tutti gli effetti immuni alla conversione in Pandora's Battery. Il consiglio in questo caso è quello di usare la batteria originale PSP "fat" per la trasformazione, e magari dare un'occhiata alla lista degli accumulatori compatibili con l'hack presente sui forum di MaxConsole. In attesa, almeno questa è la speranza, di un aggiornamento del grimaldello universale che superi questo ennesimo intoppo creato dalla multinazionale.

E se Sony si muove, gli hacker del Progetto Prometeus non stanno certo a guardare: tenendo fede al proprio impegno di portare a compimento i progetti secondari rispetto ai custom firmware, Dark_AleX ha aggiornato il suo "Universal Unbricker", ovvero il software in grado di modificare la memory stick per poterla utilizzare assieme alla batteria magica per recuperare le console non funzionanti a causa di firmware corrotti da installazioni malriuscite.

L'Unbricker è ora compatibile sia con PSP fat che con la slim, e permette di recuperare la console alla sua piena operatività oltre che ad installare gli ultimi custom firmware. Maggiori informazioni sono a riguardo disponibili sul thread apposito ospitato dalla board di MaxConsole.

Sia come sia, il gioco a rincorrersi tra il gatto imbolsito di Sony e il topolino agile e dall'intelligenza guizzante degli hacker continua senza sosta, e posso dire di aver visto giusto quanto scrissi, durante la presentazione Slim & Lite, che c'erano tutte le condizioni perché esso continuasse ad animare l'ambiente come e più di prima (rif. PlayStation Portable, tutte le novità della prossima versione).

La notizia che farà forse piacere ad entrambe le barricate contrapposte, rinfocolando il buon umore sia del gatto che del topo è che Slim & Lite pare riscuotere un discreto successo nei negozi: sul mercato giapponese dove è apparsa il 13 settembre scorso - dopo il debutto in anteprima in Europa e ad Hong Kong - PSP-2000 ha fatto il pieno piazzando 320.000 console tra la suddetta data e il 20 settembre.

Un successo tra l'altro confermato dalla società di analisi MediaCreate, secondo cui nella settimana terminata il 23 settembre PSP ha venduto 280.000 esemplari surclassando persino gli inaffondabili Nintendo DS e Wii, al secondo e terzo posto nella classifica di vendite con 70.000 e 24.000 macchine rispettivamente.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 127
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.13