Punto informatico Network

Contenuto Default

Ma quanto sono costosi i nuovi Cap

07/10/2006
- A cura di
Archivio - Le Poste Italiane modificano i Cap per far viaggiare meglio le spedizioni e gli utenti li devono pagare.... e anche piuttosto caro.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

cap (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 65 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

A partire dal 20 settembre le Poste Italiane hanno aggiornato i Cap di 27 grandi città (Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Spezia, Livorno, Messina, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Perugia, Pescara, Pisa, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Trieste, Venezia, Verbania, Verona), di 79 comuni e circa 2.400 frazioni che vengono incluse nel comune più vicino.

In totale circa il 10% delle strade italiane cambia il Cap, che ora dovrà essere sempre indicato per ogni spedizione, in base alla località e non più con il codice generico della città: per esempio lo 00100 di Roma non esiste più.

Lo scopo dichiarato delle Poste è quello di migliorare la consegna della posta, ma la cosa ha anche una ricaduta positiva sulle casse dell'azienda: sono infatti in vendita i CD-ROM dei programmi Cerca CAP e CAP Professional, con l'archivio gratuito dei Codici di avviamento che scompare dal loro sito.

Poste.jpg

La prima versione è destinata agli utenti privati al prezzo di 6,90 euro, mentre per gli utenti professionali le cifre variano dai 1000 ai 5000 euro a seconda dell'uso interno o commerciale del programma e del livello di aggiornamento scelto, da 1 a 3 anni. Il tutto ovviamente più Iva e da aggiornare ogni anno, visto che ora i Cap verranno aggiornati ogni 12 mesi. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito delle Poste Italiane.

Non si conosce il formato del software contenuto nel primo CD-ROM (PDF, HTML, Flash o altro) mentre per il secondo si tratta di un database in formato MS Access 2000. Sul sito delle Poste non è specificato se esso sia in grado di funzionare in maniera indipendente o necessiti dell'installazione di Microsoft Office sul computer e quindi di un'ulteriore spesa per l'utente finale che non ne fosse in possesso.

Nell'attesa che qualche volenteroso programmatore realizzi uno dei tanti programmi gratuiti per la consultazione dei CAP che si trovavano in rete in questi anni, per noi comuni mortali non resta che consultare il sito online delle poste. L'elenco cartaceo è invece disponibile in tutti gli uffici postali a 4,90 euro.

Segnalo anche una petizione di un utente piuttosto arrabbiato contro questa nuova iniziativa delle Poste Italiane. Per chi volesse aderire l'indirizzo è questo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.35 sec.
    •  | Utenti conn.: 90
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.23